Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Zecchino d’Oro: intervista a Paolo Orangis

Edizione del: 19 novembre 2013

Paolo Orangis, di Verona, 25 anni, è in continuo movimento tra Verona e Roma, con sosta, a novembre a Bologna per lo Zecchino d’Oro.

Da 6 anni è il primo collaboratore delle Selezioni per lo Zecchino d’Oro, responsabile unico della carovana del tour nazionale di selezioni organizzato da Claudio Zambelli e che gira tutta l’Italia da aprile ad agosto.

Nei tempi morti dello Zecchino si occupa di due sue grandi passioni: la conduzione radiofonica e il canto, esibendosi nei migliori locali della Capitale.

News Cattoliche l’ha incontrato per farsi raccontare questa esperienza con i bambini, e le rispettive famiglie, che amano lo Zecchino d’Oro.

Paolo, dal 2008 sei l’anima delle selezioni regionali dello Zecchino d’Oro, che rapporto hai con i tanti bambini che vi partecipano?

Paolo Orangis“Si crea un rapporto bello, perché poi ritornare sempre negli stessi posti crea un’aspettativa: ci sono le famiglie, i genitori che vengono a trovarti anche se a volte i bambini hanno superato l’età per la quale si iscrivono, i bambini spesso vengono solo per il piacere di stare in compagnia, di giocare, per passare una giornata con lo Zecchino d’Oro. Ogni volta tornare e trovare questa risposta è sempre bello”.

Cosa vuol dire fare il coordinatore delle selezioni?

“Vuol dire avere pazienza e cercare di far capire soprattutto ai genitori quello che vogliamo far capire ai bambini, ovvero che lo Zecchino d’Oro è un gioco, e che ci si deve divertire. I genitori che vengono allo Zecchino conoscono bene lo Zecchino, a volte le canzoni le conoscono meglio dei figli, e quindi devo dire che ci aiutano bene a far passare il messaggio, capiscono”.

Tua madre ti ha mai portato da bambino ad una selezione?

“Mia mamma, non voleva mandarmi alle selezioni dello Zecchino d’Oro perché aveva paura di questo mondo della tv, ma alla fine ci sono finito, un po’ di anni dopo, però sono finito alle selezioni. Non le ho fatte da bambino, ma adesso le gestisco. Un pochettino, e in qualche modo, alla fine, ci sono comunque arrivato. Non mi fanno cantare sul palco, però prima o poi… quando faranno lo Zecchino d’Argento per gli anziani sicuramente ci sarò anch’io”.

Franco Mariani

Foto di Nicola Nuti ©2012

Direttore Orangis bambini Zecchino


Autore: 

Franco Mariani, direttore di News Cattoliche, classe 1964, giornalista, ha cominciato ad occuparsi di giornalismo nel 1978, a 14 anni, l’anno dei tre Papi, scrivendo per alcuni settimanali cattolici, passando poi a quotidiani, televisioni, radio e web. E’ giornalista Vaticanista, critico cinematografico ed esperto dell’Alluvione di Firenze del 1966 e dello Zecchino d’Oro. Ha frequentato la Facoltà Teologica dell’Italia Centrale di Firenze. In seno al Sindacato unitario dei giornalisti ha ricoperto vari incarichi regionali e nazionali. E’ direttore di varie testate e ha pubblicato diversi libri sulla storia del papato e di Firenze. E’ Cavaliere di Merito dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio.

You must be logged in to post a comment Login