Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Vittima pedofilia scrive al Papa

Edizione del: 13 ottobre 2013

Marcin K., una vittima di pedofilia da parte di un sacerdote a Kolobrzeg, sul Mar Baltico, ha scritto un lettera a Papa Francesco chiedendo il suo intervento visto il recente rifiuto della Curia Vescovile locale di pagare il risarcimento danni da lui chiesto di 200mila zloty, pari a circa 47mila euro.

“Questa lettera vuol essere il grido di tutti i bambini senza nome dannati come me in Polonia”, scrive Marcin K., secondo quanto riferisce Gazeta Wyborcza.

Il quotidiano critica anche la Chiesa polacca, la quale si rifiuta di risarcire i danni alle vittime della pedofilia dei preti perché la Legge polacca stabilisce che la responsabilità civile e penale per gli atti di pedofilia è esclusivamente personale.

“Chiedo forse troppo da parte dei ricchi Vescovi polacchi, che vivono in bei palazzi e viaggiano con limousine?”, scrive la vittima citando l’esempio di altri Paesi, come Stati Uniti, Irlanda e Germania, dove le Curie Vescovili – dopo accertamenti sulla colpa dei preti – risarciscono con denaro le vittime di abusi di pedofilia.

Secondo Marcin K. , il rifiuto da parte della Chiesa polacca è ingiusto perché parte della responsabilità per un reato compiuto da un prete pedofilo cade anche sui suoi Superiori Ecclesiastici.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login