Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Violenza sessuale: sospeso sacerdote

Edizione del: 22 settembre 2013

Il Vescovo della diocesi di Teramo-Atri, Monsignor Michela Seccia, ha annunciato che provvederà, con proprio Decreto, alla “sospensione del Reverendo Sacerdote don Elviro Re da tutte le funzioni del Ministero Presbiterale in modo cautelativo e per il tempo necessario a chiarire i fatti sia a livello Civile che Canonico”.

La vicenda è relativa ad una presunto tentativo di violenza sessuale che il sacerdote, attualmente Vicario parrocchiale della parrocchia SS. Annunziata di Giulianova (Teramo), avrebbe perpetrato ad Assisi ai danni di una donna 50enne.

Il sacerdote, 61 anni, originario di San Ginesio (Macerata), si trova in carcere a Capanne (Perugia).

Mons. Michele Seccia, si dichiara “sorpreso, esterrefatto, meravigliato e profondamente addolorato dalla notizia che un sacerdote abbia messo in atto comportamenti non consoni all’esercizio del suo Ministero, tanto più rivolti a danno della persona”.

Il Vescovo, appresa la notizia, ha provveduto all’invio di un legale di fiducia, l’Avvocato Massimo Spaccasassi, con il compito di seguire da vicino la vicenda e chiarirne tutti i contorni.

Per quanto concerne l’azione giudiziaria, il Vescovo si rimette con fiducia all’azione della Magistratura, alla quale è demandato il compito di condurre le indagini finalizzate ad accertare la verità.

Per quanto riguarda i provvedimenti canonici da adottare nei confronti del sacerdote, in ordine al suo ministero, il Vescovo si conformerà ai dettami del Codice di Diritto Canonico.

Il delitto a cui si fa riferimento, infatti, rientra nella fattispecie presentata nel can. 1395 del Codice.

A don Elviro Re è fatto assoluto divieto, in base al can. 292 del C.I.C., di esercitare qualsiasi funzione del Ministero Presbiterale.


Autore: 

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti e al Sindacato Nazionale Critici Cinematografici, prima di approdare a questa redazione (settembre 2013) ha collaborato con altre testate giornalistiche nazionali e toscane, occupandosi oltre che di cinema anche di spettacolo e cronaca.

You must be logged in to post a comment Login