Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Vescovo: parrocchie open data battesimo

Edizione del: 14 settembre 2013

Per i Cattolici di Pistoia sarà più facile mettersi in regola con il particolare “compito a casa” assegnato, mercoledì scorso, 11 settembre, da Papa Francesco a ciascun battezzato: ricercare il giorno esatto in cui si è ricevuto il primo fra i Sacramenti, quello che segna l’ingresso ufficiale nella Chiesa.

Il Vescovo Mansueto Bianchi, che in Conferenza Episcopale Italiana presiede la Commissione per l’Ecumenismo e il Dialogo, sottolinea che è “davvero molto facile non farsi trovare impreparati sul compito chiesto da Papa Francesco: è infatti sufficiente rivolgersi al parroco nella parrocchia dove si abitava da piccoli in modo da ottenere una risposta rapida attraverso i registri che ciascuna parrocchia è tenuta ad avere”.

Lanciando un invito a utilizzare gli “open data parrocchiali”, Mons. Bianchi precisa che “la questione evidenziata durante l’Udienza Generale dal Pontefice è certo più profonda di ciò che non appare a prima vista. Non è solo una battuta, ma anche collegata alla sottolineatura sull’importanza di amare comunque la Chiesa è un serio invito a tutti i Cattolici battezzati, che almeno in Italia raggiungono percentuali ancora molto elevate, a confrontarsi sul senso profondo di una scelta a suo tempo fatta, per loro, dai genitori tornando a riflettere sul significato di una dimensione verticale nella vita quotidiana e riscoprendo, o scoprendo, la figura di Gesù”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login