Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Vescovo Livorno: un pisano può tifare Livorno

Edizione del: 7 giugno 2013

Monsignor Simone Giusti, Vescovo di Livorno e originario di Cascine di Buti, in provincia di Pisa, afferma che la tradizionale ostilità che divide le tifoserie del Livorno e del Pisa può essere superata.

Scherzando sulla sua origine pisana, ha detto: “Uuna sintesi che sembra difficile tra Livorno e Pisa,è invece possibile. Ci sono altri segnali incoraggianti, come quelli di alcuni circoli del Lions Club delle due città che hanno stretto una forte collaborazione sulla loro attività”.

“Mi auguro – aggiunge il Presule riguardo alla promozione degli amaranto in serie A – che sia un segno di buon auspicio per tutta la città. Soprattutto per l’aspetto del lavoro. La città si è sentita molto coinvolta e mi auguro che l’ottimismo della vittoria, dedicata a Morosini, possa stimolare anche altri settori della vita cittadina. La vittoria del Livorno è stata accolta da una tifoseria festosa e tranquilla”.

“Nonostante quello che spesso si dice, su migliaia e migliaia di tifosi labronici solo una cinquantina sono quelli seguiti dalla Questura”, assicura il Presule.

“Ma – conclude – sono comunque lo sport e i giovani a vincere. In diocesi diversi Oratori parrocchiali stanno tornando alla loro attività di sempre oltre ad una collaborazione tra CSI e Anspi per la valorizzazione dei giovani. La diocesi ha molti giovani che praticano sport, canottaggio in particolare”.

“Come vescovo seguo il calcio. In passato l’ho praticato giocando come portiere. Ma per seguirlo bene ci vuole tempo e come sacerdote e Vescovo non ne ho. Comunque, quando si presenta la possibilità, non mi tiro indietro e due calci al pallone li dò”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login