Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Vescovi Cattolici UE si interrogano

Edizione del: 2 novembre 2013

I Vescovi Cattolici Europei si interrogano su i cambiamenti in atto e, nello stesso tempo, pensare a come è possibile svolgere al meglio i compiti e le richieste che gli sono state affidate.

Reinhard Marx, Cardinale Arcivescovo di Monaco e Frisinga e Presidente della Commissione degli Episcopati della Comunità Europea, Comece, in occasione della presentazione del Rapporto annuale della Comece, definisce “mutato” negli ultimi anni “l’ambiente in cui lavoriamo”, benché “ruolo, obiettivi, missione, modo di lavorare” della Comece siano andati chiarificandosi e consolidandosi.

Il cambiamento più radicale è legato alla “espansione geografica” dell’Ue che ha portato con sé anche a una “provvisoria definizione” della cornice legislativa europea.

Però la domanda se “questi Trattati siano ancora adeguati alle esigenze e garantiscano gli strumenti necessari alle Istituzioni” per svolgere il proprio ruolo o se non sia necessario un ulteriore approfondimento dell’Unione.

Per altro verso, scrive il Presidente dell’Organismo Ecclesiale, il cambiamento chiede ai Vescovi della Comece, che sperimentano “una doppia tensione” come “delegati delle rispettive Conferenze Episcopali” e “membri di un insieme europeo”, di “approfondire la nostra identità europea ancora di più e, in un cambiamento di prospettiva, sviluppare in modo coerente una visione europea”.

La Comece, permette alle Conferenze Episcopali in Europa di impegnarsi congiuntamente e in maniera coordinata con le Istituzioni dell’Ue, in un rapporto positivo

Sulle politiche dell’Ue “per consentire alle Conferenze Episcopali di prendere parte attiva nel processo d’integrazione europea” e “prendere posizione sui temi di attualità dell’Unione” sono del resto i principali compiti della Comece.

Al centro dell’attenzione le sfide sociali ed etiche interpretate sulla base della Dottrina Sociale Cattolica.

Tutto ciò si è tradotto nel 2012 in una vasta gamma di attività: gli appuntamenti delle Assemblee Plenarie, che hanno portato al cambio di Presidente, dall’olandese Van Luyn al tedesco Marx e di Segretario, dal polacco Mazurkyewicz all’irlandese Daly; le riflessioni dei 4 gruppi di lavoro su questioni sociali, migrazioni, bioetica e affari legali; i dialoghi con le Istituzioni, incontri con le 2 Presidenze del Consiglio Europeo 2012, Summit annuale dei Capi Religiosi e seminari in collaborazione con le Istituzioni.

Lungo anche l’elenco delle prese di posizione, dei documenti prodotti e dei contatti intrattenuti.

Il rapporto è consultabile online su www.comece.eu


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login