Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Vesc. Vecchi: fondi in sicurezza

Edizione del: 23 luglio 2013

l’Amministratore Apostolico della diocesi di Terni, il Vescovo Ernesto Vecchi, all’indomani dell’arresto di tre persone, tra cui due ex dipendenti della Curia per l’asta del castello di San Girolamo a Narni precisa che “l’Economato ora è stato messo in sicurezza. Io stesso sto lavorando per chiedere un prestito e dare così respiro alle nostre casse”.

“Il debito c’è – conferma S.E. Mons. Vecchi – e va dai 20 ai 23 milioni di euro. Ho parlato a Papa Francesco della situazione durante la preghiera della Cei a San Pietro. Mi ha suggerito di chiedere un prestito decennale, senza interessi, per risolvere la situazione. Io stesso sto girando e ho fondate speranze che arriverà presto. Poi abbiamo anche un pacchetto di immobili che dovranno esseri venduti in un periodo più congruo, ma non svenduti. Una prospettiva di soluzione c’è e non stiamo con le mani in mano”.

Quanto alla questione dei dipendenti, Vecchi spiega che “il problema esiste, sono molti, ma non licenzieremo nessuno a meno che non si trovino altre soluzioni”.

“Gli arresti non mi hanno sorpreso – conclude l’Amministratore Apostolico -, sappiamo che la Magistratura è al lavoro e il fatto c’è: noi siamo parte lesa”.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login