Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Vesc. Blaire: no dignità senza lavoro

Edizione del: 24 agosto 2013

Il Vescovo Stephen Blaire, Presidente della Commissione per la Giustizia e lo Sviluppo Umano della Conferenza Episcopale degli Stati Uniti, citando le parole di Papa Francesco all’Udienza Generale del 1 maggio, Festa di San Giuseppe Lavoratore, scrive che “il lavoro è un elemento fondamentale per la dignità di una persona, attraverso il quale è possibile mantenere se stessi, la propria famiglia e contribuire alla crescita della propria Nazione”.

In vista del Labour Day, la Festa Nazionale del Lavoro, che quest’anno si celebra in America il prossimo 2 settembre, il Presule ha diffuso un messaggio in cui evidenzia come purtroppo questa dignità sia negata a milioni di lavoratori “a causa della disoccupazione, della sottoccupazione, di salari ingiusti, di abusi e dello sfruttamento”.

“L’economia – denuncia – non sta creando un numero adeguato di posti di lavoro perché i lavoratori possano mantenere le loro famiglie”.

Oggi negli Stati Uniti più di 4 milioni di persone sono senza lavoro da più di 6 mesi, senza contare i milioni che hanno perso ogni speranza.

Per ogni posto disponibile, ci sono almeno 5 disoccupati o sottoccupati.

Questo scarto tra domanda e offerta – osserva il Vescovo Blaire – abbassa i salari, contribuendo ad aumentare le disuguaglianze e la povertà.

Il Presule sottolinea poi l’importanza dei Sindacati per la tutela dei diritti dei lavoratori, un ruolo del resto riconosciuto dalla Dottrina Sociale Cattolica e sostenuto dalla Chiesa.

In conclusione il Presule richiama il dovere morale delle imprese di rispettare la dignità del lavoro e di mettere le persone prima del profitto nell’interesse del bene comune della società.

You must be logged in to post a comment Login