Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Veneto-Polonia: i luoghi di Wojtyla

Edizione del: 30 agosto 2013

E’ stata la cittadina di Zakopane, poco meno di 100 chilometri da Wadowice e famosa per aver dato i natali a Karol Woytila, la prima tappa di un lungo progetto per la promozione dei luoghi della Fede e del Turismo Religioso del Veneto.

“Abbracciando idealmente il percorso di vita terreno di Karol Wojtyla – spiega l’Assessore Regionale al Turismo del Veneto, Marino Finozzi – partiamo dal luogo di nascita del grande Papa, a Wadowice, per arrivare a Roma, lungo ‘La Via di Karol’ lungo la quale il Veneto si colloca a metà percorso. La nostra Regione è storicamente, spiritualmente e architettonicamente terra di grandi testimonianze di Fede ed è anche per questo meta ricercata da tutti quei turisti che nella scelta del luogo di vacanza tengono conto della spiritualità. In questo contesto, abbiamo rivalutato e valorizzato i percorsi della Fede anche come itinerari di visitazione e ospitalità”.

“Per Zakopane – afferma il Presidente del Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso, Gianni Garatti – abbiamo realizzato una specifica brochure sulle nostre destinazioni turistico religiose, da Padova a Vicenza, da Treviso a Belluno, con il coinvolgimento dei Consorzi di Asiago 7 Comuni, Terme Euganee, Vicenza, Padova, Belluno e, appunto, il nostro, tutte potenzialmente interessate alla Via di Karol”.

“Quest’ultima – sottolinea il Presidente dell’Associazione WigWam, Efrem Tassinato- è ‘l’Itinerario Europeo dei Piccoli Santuari’ che collega Wadowice a Roma. Il Veneto è potenzialmente in grado di intercettare la gran parte dei gruppi che, a partire dalla Santificazione di Giovanni Paolo II, transiteranno dall’8 dicembre per il nostro territorio. Il meta-itinerario de ‘La Via di Karol’ – prosegue Tassinato – sta coinvolgendo ben cinque Paesi europei, Polonia, Slovacchia, Austria, Slovenia e Italia, puntando alla valorizzazione turistica dei luoghi cari a Giovanni Paolo II. E’ un modo per rivivere la grande vita del Papa comunicatore, che a dicembre sarà proclamato Santo da Papa Francesco insieme ad un altro Pontefice del passato con il quale il Veneto ha dei legami molto forti: Giovanni XXIII, quel Giuseppe Roncalli che prima di salire sullo scranno di Pietro trascorse in laguna come Patriarca di Venezia cinque anni di intensa vicinanza alla gente, la stessa che ancora oggi lo considera un po’ come Papa veneziano”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login