Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Vaticano: convegno su malattie neglette

Edizione del: 19 ottobre 2013

L’Arcivescovo Zygmunt Zimowski, Presidente del Pontificio Consiglio della Pastorale per gli Operatori Sanitari, porterà il saluto e l’incoraggiamento di Papa Francesco al Symposium Internationalis “Solidarietas et Salus” dedicato a La Sfida alle Malattie Neglette in programma oggi a Roma.

Organizzato dai Ministri degli Infermi – Religiosi Camilliani e dalla Associazione ScienzaSaluteSocietà, in collaborazione con la diocesi di Roma e la Fondazione SmithKline e con il supporto del Dicastero Vaticano, l’evento vuole sensibilizzare Politici, Amministratori ed Operatori Sanitari e tutta la società civile dei paesi ad economia avanzata su uno dei maggiori temi di salute a livello globale come le malattie tropicali neglette.

Al convegno – che si terrà presso la Casa Generalizia dei Ministri degli Infermi in Piazza Maddalena – interverranno tra gli altri Beatrice Lorenzin, Ministro della Salute, Enrico Geraci, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Padre Augusto Chendi, Sottosegretario del Pontificio Consiglio della Pastorale per gli Operatori Sanitari, Padre Renato Salvatore, Superiore Generale dei Ministri degli Infermi, Monsignor Andrea Manto, Direttore del Centro per la Pastorale Sanitaria del Vicariato di Roma, Giuseppe Recchia, Direttore Scientifico GlaxoSmithKline.

Le “malattie neglette”, dimenticate perché accettate come conseguenza ineluttabile della povertà, colpiscono oltre 1 miliardo di persone nel mondo, provocando cecità, ulcere, deformità, disturbi dello sviluppo fisico e mentale.

Di fronte al dramma di queste patologie, endemiche in 149 Paesi, l’appello di Papa Francesco a “ripensare la solidarietà non più come semplice assistenza nei confronti dei più poveri, ma come ripensamento globale di tutto il sistema, come ricerca di vie per riformarlo e correggerlo in modo coerente con i diritti fondamentali dell’uomo, di tutti gli uomini” risuona, afferma una nota, con tutta la sua forza e chiede alla Chiesa e alle Istituzioni un impegno concreto per combattere la “globalizzazione dell’indifferenza”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login