Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Vaticano: auguri in Sala Stampa

Edizione del: 20 dicembre 2013

Non poteva mancare una sottolineatura nel saluto che il Direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Padre Federico Lombardi, ha voluto rivolgere ai giornalisti accreditati in occasione dell’incontro per gli auguri di Natale.

“Questo è stato un anno pieno di sorprese, che ha segnato un passaggio storico per noi e per la Chiesa”.

Lombardi, nel giorno del compleanno del Papa ha anche invitato a non fermarsi al successo popolare di Francesco ma a comprenderne il “messaggio profondo”.

I mesi passati alle prese con avvenimenti come la storica rinuncia di Benedetto XVI, il Conclave, l’elezione di Papa Francesco e l’esplosione della sua popolarità in tutto il mondo tra fedeli e non, hanno fatto da sfondo alla riflessione di Lombardi.

“Tutti noi siamo stati coinvolti in modo particolarmente intenso in questi eventi – ha detto -, non solo come osservatori, ma come protagonisti in quanto corresponsabili dell’eco degli eventi stessi. Ci siamo sentiti in un momento storicamente eccezionale per il nostro servizio, ci siamo trovati in un passaggio storico di estrema importanza”.

Lombardi ha ricordato i giorni del Conclave, “in cui qui giravano 6mila colleghi di tutto il mondo”: “siamo stati i rappresentanti del modo in cui la stampa e le tv mondiali seguivano gli eventi”.

Il Direttore della Sala Stampa ha ricordato anche i colleghi scomparsi, come Benny Lai, Decano dei Vaticanisti italiani, definendo quella dei giornalisti accreditati presso la Santa Sede “una comunità in cammino”.

Ha anche rilevato che il Natale che si avvicina, come anche oggi il 77mo compleanno di Papa Francesco, vede il Papato al centro di una sorta di “boom” mediatico, in cui “molti sono affascinati e conquistati”.

“Voglio ricordare quanto il Papa spesso ripete – ha comunque avvertito -: Non guardate solo a me, ma a chi vi indico e vi mostro, cioè Nostro Signore Gesù Cristo”.

“Non ci lasciamo prendere dall’ambiguità del successo – ha quindi detto – ma della profondità del messaggio di Papa Francesco. Lui è al servizio di qualcosa di più grande e proprio in questi giorni comprendiamo il suoi messaggio”.

Lombardi ha quindi fatto gli auguri per l’anno prossimo “per poter continuare a dare buone notizie e comprenderne il significato profondo per la nostra vita e la nostra storia”.

E’ stato anche scoperta una scultura bronzea in altorilievo raffigurante Papa Giovanni Paolo II che abbraccia un bambino, opera di Ignazio Colagrossi.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login