Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Uomo si da fuoco in Vaticano

Edizione del: 22 dicembre 2013

E’ ricoverato in gravi condizioni al Sant’Eugenio l’uomo di 51 anni, romano, della Garbatella, che il 19 dicembre si è dato fuoco in piazza San Pietro, e che in pochi attimi si è trasformato in una torcia umana.

Provvidenziale l’intervento di 2 agenti dell’Ispettorato Vaticano che hanno spento le fiamme con una coperta e un estintore, aiutati anche da un sacerdote Gesuita che stava andando al lavoro in Vaticano.

L’uomo è stato portato d’urgenza all’ospedale Santo Spirito e più tardi trasferito al Sant’Eugenio.

A spingere l’uomo a darsi fuoco sarebbe stata una forte depressione causata, fra l’altro, anche dalla mancanza di lavoro.

Aveva lavorato come ambulante, ma ultimamente non riusciva a trovare un impiego.

Nella sua giacca lasciata in piazza San Pietro gli agenti hanno trovato un biglietto che indica le motivazioni del gesto: “Sono stanco e non ho un lavoro”.

“Il paziente è in prognosi riservata – spiega Piera Spada, Direttore Sanitario del Sant’Eugenio – Presenta ustioni estese, di terzo grado, su una superficie corporea del 48-50% localizzate prevalentemente sugli arti nella parte superiore, volto, torace e dorso, e su una piccola area sulle cosce”.

Anche i 2 agenti che hanno spento le fiamme si sono fatti medicare all’ospedale per problemi di respirazione e ustioni alle mani.

Sullo stesso biglietto sul quale ci sono scritte le motivazioni del gesto è anche annotato il numero di telefono della figlia.

Le telecamere della Sicurezza di San Pietro hanno ripreso il drammatico tentato suicidio che è accaduto nel colonnato vicino a piazza Pio XII.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login