Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Ucraina: incontro Chiesa-Governo

Edizione del: 29 gennaio 2014

Le Chiese Cristiane in Ucraina hanno offerto la loro mediazione tra il Governo e le Forze dell’Opposizione, mentre non accenna a placarsi l’ondata di violenze nel Paese.

Venerdì 24 gennaio il Presidente Yanukovych ha incontrato diversi Esponenti del Consiglio delle Chiese e delle Organizzazioni Religiose dell’Ucraina.

Tra questi il Capo della Chiesa Greco-Cattolica ucraina, l’Arcivescovo Maggiore di Kyiv-Haly, Sviatoslav Shevchuk, che ha espresso profonda preoccupazione per la piega sempre più violenta che hanno assunto le proteste di piazza, in origine pacifiche.

Nei colloqui, l’Arcivescovo Maggiore di Kyiv-Haly ha ribadito che “la Chiesa è stata e sarà sempre dalla parte del popolo” e ha lamentato con il Presidente le difficoltà incontrata dai sacerdoti di portare assistenza spirituale ai manifestanti ricordando che la loro presenza “è stata fondamentale per placare gli animi e cercare di mantenere il carattere pacifico delle proteste”.

Interpellato dai giornalisti sull’esito dell’incontro, il Presule ha dichiarato che saranno i fatti a dimostrare le vere intenzioni di Yanukovych.

Preghiera e solidarietà con il popolo ucraino sono state intanto espresse dal Presidente della Conferenza Episcopale Canadese, Mons. Paul-André Durocher, in un messaggio a Mons. Shevchuk.

“Preghiamo perché in Ucraina siano garantiti tutti i diritti e le libertà, in particolare il diritto alla vita e alla dignità, la libertà di coscienza e religione, come anche la libertà di espressione e l’autonomia del Governo”, si legge nel messaggio indirizzato anche a Mons. Lawrence Huculak, Capo della folta comunità Greco-Cattolica ucraina in Canada.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login