Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Turismo Religioso: La Via di Francesco

Edizione del: 12 aprile 2013

Come un utile strumento per percorrere l’itinerario della “Via di Francesco”, facendone scoprire tutte le peculiari caratteristiche, è stata presentata a Perugia la guida pubblicata dalle Edizioni San Paolo, dopo il lancio nazionale avvenuto ad agosto dello scorso anno a Rimini all’interno del Meeting per l’Amicizia tra i Popoli.

La pubblicazione “La Via di Francesco”, realizzata da Monsignor Paolo Giulietti e Gianluigi Bettin, tocca tutti i luoghi più significativi dell’esperienza Francescana in Umbria, nella bassa Toscana e nel Lazio, proponendo al Pellegrino di affrontare la Via di Francesco, itinerario di poco più di 300 chilometri totali, ideato 13 anni fa, che collega La Verna a Greccio sulle orme del Santo di Assisi, da percorrere a piedi o in bicicletta, secondo diverse modalità e percorsi, offrendo cartine e suggerimenti di carattere storico, artistico e spirituale.

All’interno della guida, che prossimamente sarà tradotta e pubblicata anche in lingua tedesca, spagnola e inglese, si trovano anche indicazioni di carattere logistico, che valorizzano pure un’accoglienza specializzata offerta dalle strutture ricettive e ristorative posizionate lungo il percorso e appartenenti, un centinaio quelle coinvolte, al Consorzio Umbria & Francesco’s Ways, “in quello spirito di accoglienza e di umana cordialità – come affermato da Monsignor Giulietti – proprio dei valori della francescanità”.

Unitamente alla guida è stato infatti presentato anche il lavoro che negli ultimi mesi è stato messo in atto per la promozione della Via di Francesco, oltre ai progetti che verranno realizzati a breve.

Grazie appunto a questa nuova realtà imprenditoriale del Consorzio, dedicata in esclusiva al percorso e nata a partire dal 2010 all’interno di un progetto regionale cofinanziato, bando Tac2, “andrà avanti – secondo quanto è stato detto dalla Rappresentante del Consorzio, Raffaella Rossi – l’attività di promozione del territorio regionale e di commercializzazione di prodotti turistici nell’ambito del Pellegrinaggio e del turismo Religioso”.

“La guida è la sintesi di anni di lavoro, anche per quanto riguarda le infrastrutture realizzate per rendere i sentieri realisticamente percorribili, ma ora è anche il punto di partenza per la promozione del prodotto turistico”, ha affermato la Dirigente del servizio turistico della Regione Umbria, Antonella Tiranti. Gianluigi Bettin, l’altro Autore della guida, dopo aver ricordato che “lo stato attuale del percorso è ottimale per quanto riguarda la sicurezza e la percorribilità”, ha riferito che “sono state 4.500 le persone che nel 2012 hanno percorso l’itinerario”.

Un dato oggettivo in base alle “credenziali” consegnate, documento di viaggio che accompagna il Pellegrino e che si ritira lungo la Via di Francesco.

Un numero però, è stato detto nel corso della presentazione, destinato a crescere “anche per effetto traino del nuovo Pontificato di Papa Francesco”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login