Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Toscana e Gmg: video nel bracciale

Edizione del: 21 luglio 2013

L’augurio che il Cardinale Giuseppe Betori, Arcivescovo di Firenze e Presidente dei Vescovi toscani, rivolge ai ragazzi e alle ragazze che si apprestano a seguire la Giornata Mondiale della Gioventù, è “una buona partecipazione, vicina e lontana, alla Gmg”.

Il saluto di Betori, insieme alle riflessioni dei Responsabili della Pastorale Giovanile e alle testimonianze di tanti giovani sono state raccolte in un video realizzato da Toscana Oggi in collaborazione con le Misericordie della Toscana.

Il video, della durata di circa 20 minuti, è visibile attraverso il sito internet, www.toscanaoggi.it, e le pagine Facebook, Twitter e Youtube di Toscana Oggi, ed è stato anche inserito in una chiavetta usb a forma di braccialetto, un gadget che sarà offerto in omaggio a oltre mille ragazzi e ragazze di tutta la Toscana.

Il “braccialetto usb” consentirà loro di scaricare e guardare il video sul proprio computer, e resterà come ricordo di questa Gmg.

All’interno ci sarà anche il video dell’inno ufficiale della Gmg.

Il braccialetto è decorato con i loghi di Rio 2013, delle Misericordie e di Toscana Oggi.

Intanto si apprende che dalla Toscana sono ben 450 i giovani del Cammino Neocatecumenale partiti per la Gmg di Rio.

In Brasile viaggiano suddivisi in 10 pullman, accoppiati a due a due. e faranno itinerari molto diversi l’uno dall’altro.

I gruppi diocesani che non sono riusciti a riempire un pullman sono stati associati ad altri gruppi di altre diocesi.

Questa la provenienza indicativa dei ragazzi: 290 dalla diocesi di Firenze, 15 da Arezzo, 2 Chiusi, 15 Siena, una quarantina da San Miniato, 6 da Grosseto, 6 da Massa, 6 da Lucca, una quarantina da Pistoia.

I ragazzi del Cammino vengono ospitati nelle diocesi di San Paolo, quartiere di Villa Formosa, parrocchia di Santa Cruz e nella diocesi di Jundiaí a 80 km da San Paolo.

L’ospitalità è presso famiglie, parrocchie e un paio di giorni in albergo.

Verranno visitati molti dei luoghi simbolo della fede brasiliana tra cui il Santuario dell’Aparecida e i luoghi del Beato Anchieta e di Sant’Antonio del Galvao.

Il Pellegrinaggio prevede anche delle “missioni popolari” per l’evangelizzazione di strada.

I ragazzi hanno imparato in queste settimane i canti del Cammino in portoghese e terranno delle professioni di fede pubbliche nelle strade e nelle piazze.

Come di consueto, dopo l’incontro con il Papa i giovani avranno un incontro vocazionale con Kiko Arguello, Iniziatore del Cammino, il 29 luglio, nel quartiere di Barra de Tiuca a Rio a conclusione del quale di solito moltissimi giovani decidono di entrare in Seminario o in Monastero.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login