Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Smontata chiesa Montegiordano

Edizione del: 28 novembre 2013

La piccola chiesa della Madonna del Carmine di Montegiordano (Cosenza), costruita tra l’XI-XIII secolo,  “riedificata” negli anni ‘50, è stata ora smontata per emigrare all’estero, ma, grazie al cielo, prima di partire su una nave è stata sequestrata dai Carabinieri.

Sconsacrata, in forte stato di abbandono, il proprietario l’ha venduta on line.

Ad acquistarla è stato l’artista Francesco Vezzoli che l’ha tolta dalla sua collina dove si trovava, l’ha impacchettata e l’ha spedita al MoMa di NewYok, Museo d’Arte Moderna per antonomasia, dove l’avrebbe rimontata ed esposta, completamente avulsa dal suo contesto storico e ambientale, in modo permanente.

Nelle scorse settimane l’Artista è arrivato in Calabria e ha cominciato a smontare la Cappella con cura, pezzo dopo pezzo.

Qui il prezioso ed originale carico era stato sistemato in ben 11 container.

La Procura di Palmi, competente sul porto ha emesso il provvedimento di sequestro e cosi i Carabinieri del Patrimonio Tutela Culturale della Calabria diretta dal Maggiore Raffaele Giovinazzo sono entrati nello scalo, hanno individuato i container, hanno riscontrato che in effetti all’interno c’erano i pezzi della chiesa e hanno apposto i sigilli su ciò che rimaneva della piccola chiesa a Montegiordano.

Il reato ipotizzato dal Procuratore di Palmi è tentata esportazione illecita di Beni Culturali.


Autore: 

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti e al Sindacato Nazionale Critici Cinematografici, prima di approdare a questa redazione (settembre 2013) ha collaborato con altre testate giornalistiche nazionali e toscane, occupandosi oltre che di cinema anche di spettacolo e cronaca.

You must be logged in to post a comment Login