Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Siria: Consiglio Mondiale Chiese chiede tregua

Edizione del: 22 gennaio 2014

Il Consiglio Mondiale delle Chiese, Cmc, riunito a Ginevra con circa 30 Leader Religiosi, in vista della Conferenza di “Ginevra 2”, in programma oggi, 22 gennaio evidenziano che nel conflitto siriano “non esiste una soluzione militare”, ritiene urgente “una immediata cessazione di tutti gli scontri armati e le ostilità sul territorio siriano”.

Per i Leader Religiosi  bisogna assicurare assistenza umanitaria, la via giusta è “sviluppare un processo completo e inclusivo per l’instaurazione di una pace giusta e ricostruire la Siria”.

Il Consiglio ha elaborato un Documento da consegnare al Rappresentante Onu per la Siria, Lakhdar Brahimi, alla Lega Araba e agli altri Attori presenti alla Conferenza che si apre oggi.

“Non c’è tempo da perdere: troppe persone sono morte o hanno dovuto lasciare la loro casa”, ha spiegato il Reverendo Olav Fykse Tveit, Segretario Generale del Cmc, presentando il testo e spiegando che “la Chiese parlano con una sola voce”: alla redazione del Documento, hanno infatti partecipato Leader della Chiesa di Medio Oriente, Vaticano, Russia, Stati Uniti, di altre nazioni europee, appartenenti alle Confessioni Cattolica, Ortodossa , Protestante e Anglicana.

“Rappresentiamo la maggioranza silenziosa dei siriani che vuole la pace”, ha specificato il Catholicos Aram I, Capo della Chiesa Armena Apostolica, assicurando ai Leder Politici che saranno a Ginevra 2 “il pieno sostegno di tutte le Chiese per la vostra cruciale missione”.

Il Cmc ritiene che “le Chiese possono mobilitare l’opinione internazionale, condannando tutto ciò che c’è di male in questa situazione e sostenendo il bene supremo che è la pace, una pace giusta”.

L’incontro del Cmc è stato accompagnato da una preghiera Ecumenica per esprimere solidarietà con il popolo della Siria e per chiedere a Dio il dono della riconciliazione.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login