Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Sinodo Chiesa Evangelica Renania

Edizione del: 31 gennaio 2014

Si è tenuto a Bad Neuenahr, Germania, nei giorni dal 16 al 21 gennaio, il Sinodo annuale della Chiesa Evangelica della Renania.

La Chiesa renana, che conta 2.740.700 Membri distribuiti in 743 Chiese locali, è la seconda Chiesa Evangelica più numerosa sul territorio tedesco.

Il tema centrale su cui si è confrontata l’Assemblea è stato quello della situazione finanziaria, caratterizzata da un deficit rilevante che deve essere corretto.

“Il Presidente della Chiesa, Pastore Manfred Rekowsky – spiega il Pastore Bruno Bellion, presente al Sinodo in qualità di Rappresentante della Tavola Valdese – ha chiesto alla sua Chiesa di smettere di vivere al di sopra delle sue possibilità; non si tratta tanto di decidere la chiusura di questo o quel settore di attività, ma di continuare a svolgere tali compiti cercando fonti di finanziamento alternative, dopo aver esercitato ogni forma di risparmio possibile che non comprometta la qualità della testimonianza Evangelica. E per mantenere questa qualità è necessario saper vedere le questioni sostanziali, senza lasciarsi invischiare nei dettagli”.

Dopo accese e vivaci discussioni nelle Commissioni e in Plenaria, il Sinodo ha così deciso all’unanimità una riduzione strutturale di 12 milioni di euro.

Tale consenso raggiunto aiuterà la Direzione Ecclesiastica a mettere in atto il processo di risparmi necessari, avvalendosi di gruppi di lavoro e Commissioni competenti.

“Il Sinodo ha altresì preso in esame e approvato un documento sulle problematiche dei migranti e dei richiedenti asilo – aggiunge il Pastore Bellion. Dopo i morti di Lampedusa si calcola che i deceduti di cui si ha notizia ai confini dell’Unione Europea siano oltre 2500 e l’Europa deve impegnarsi affinché non ve ne siano altri. Così il Sinodo ha auspicato che la Germania si renda disponibile ad accogliere 100.000 richiedenti asilo, riaffermando come l’accoglienza nella propria terra e l’aiuto nei paesi di origine siano 2 facce della stessa medaglia. A tal proposito il Sinodo, nonostante i problemi economici di cui si è detto, ha messo a disposizione mezzo milione di euro per il lavoro di aiuto e sostegno ai rifugiati”.

Altro tema di discussione è stato quello dell’accompagnamento e della cura d’anime nei riguardi delle persone che, per diverse ragioni, sono indotte al suicidio.

“No al suicidio, ma accompagnamento con rispetto e empatia”: così si è espresso il Sinodo mettendo in evidenza la problematica di un “fine vita” capace di rispettare la dignità delle persone.

Infine, l’assemblea ha eletto un nuovo vice-Presidente della Chiesa nella persona del Pastore Christoph Pistorius, in sostituzione della Pastora Petra Bosse-Huber.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login