Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Santa Sede: Cattolici +1,15%

Edizione del: 13 maggio 2013

Dall’Annuario Statistico Ecclesiale 2011 che, insieme a quello Pontificio 2013, è stato presentato oggi al Papa dal Segretario di Stato Cardinale Tarcisio Bertone e dal Sostituto Mons. Angelo Becciu, si apprende che i Cattolici sparsi nel pianeta sono in aumento e sono passati, dal 2010 al 2011, da 1.196 a 1.214 milioni, con un aumento relativo dell’ 1,5%.

Una crescita che risulta di poco superiore a quella della popolazione della Terra, 1,23%, e che fa quindi dire agli statistici che la presenza dei Cattolici del mondo è risultata “sostanzialmente invariata”, 17,5%.

Dopo aver notato che nel 2012 sono state erette 11 nuove Sedi Vescovili, 2 Ordinariati Personali, 1 Vicariato Apostolico e 1 Prefettura Apostolica, l’analisi territoriale delle variazioni nel biennio, mostra un aumento del 4,3% di Cattolici nell’Africa, che ha invece accresciuto la sua popolazione del 2,3%.

Anche nel Continente Asiatico si è registrato un aumento di Cattolici superiore a quello della popolazione, 2,0% contro l’ 1,2%.

In America e in Europa si assiste ad una uguale crescita dei Cattolici e della popolazione, 0,3%.

Nel 2011 il totale dei Cattolici battezzati è così distribuito per Continente: 16,0% in Africa, 48,8% in America, 10,9% in Asia, 23,5% in Europa e 0,8% in Oceania.

Per quanto riguarda, invece, il numero dei Vescovi nel mondo questo è passato, dal 2010 al 2011, da 5.104 a 5.132, con un aumento relativo dello 0,55%, mentre la presenza dei sacerdoti, diocesani e Religiosi, nel mondo è aumentata nel tempo, passando nell’ultimo decennio dalle 405.067 unità del 31 dicembre 2001 alle 413.418 del 31 dicembre 2011, +2,1%.

Ma se la dinamica del numero dei presbiteri in Africa e in Asia risulta “alquanto confortante”, con un +39,5% e un +32,0%, l’America si mantiene stazionaria attorno ad una media di 122 mila unità.

L’Europa, invece, prosegue nel suo trand negativo con una diminuzione, nel decennio, di oltre il 9% nelle nuove ordinazioni.

Positivi, comunque, i dati sugli aspiranti sacerdoti che nel mondo, sia diocesani che Religiosi, sono passati da 112.244 nel 2001 a 120.616 nel 2011, con un incremento del 7,5%.

Anche qui soprattutto l’Europa appare in forte crisi con un -21,7% delle vocazioni.

“Di conseguenza, – nota l’Annuario – si osserva un ridimensionamento del contributo del Continente Europeo alla crescita potenziale del rinnovo delle compagini sacerdotali, con una quota che passa dal 23,1% al 16,8%, a fronte di un’espansione dei Continenti Africano e Asiatico”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login