Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

San Pietro diventa set

Edizione del: 13 aprile 2013

Finti preti con la talare nera, attori vestiti da turisti, truccatori che sistemano il fondotinta a Suore e mendicanti.

La zona intorno a San Pietro è diventata un set cinematografico per una fiction di Ridley Scott.

Un fanta-thriller sulla Chiesa e su intrighi di Curia che si chiamerà forse proprio “The Vatican”, e che da giovedì ha messo un pò in subbuglio il già caotico traffico intorno al Colonnato del Bernini.

Il set in Piazza Pio XII, proprio all’inizio di Via della Conciliazione, al confine con il Vaticano, costa alla produzione 50.000 euro al giorno, che vengono pagati al Comune di Roma per l’occupazione del suolo pubblico.

Da lì Piazza San Pietro è a pochi metri, ma le riprese si debbono fermare prima delle transenne che delimitano la Piazza perché il Vaticano – hanno riferito gli aiuto-registi – non ha autorizzato a fare riprese nel suo territorio.

Il Regista britannico Ridley Scott, che supervisionava le riprese, ha firmato capolavori cinematografici come Blade Runner, Il Gladiatore, Thelma & Louise; nella sua carriera ha avuto anche diverse nomination all’Oscar e i suoi film hanno vinto premi.

Ma con questa fiction debutterebbe anche in tv.

La storia dovrebbe essere una specie di thriller con protagonista un Arcivescovo americano.

La spesa per la puntata-pilota, che Scott sta girando appunto in questi giorni, e che si chiamerà “The portrait”, si aggira intorno ai 9 milioni di dollari.

“Se a ShowTime e a Sony piacerà, faremo altri 10-11 episodi”, aveva detto qualche settimana fa il Regista preannunciando l’iniziativa.

La sceneggiatura è del candidato all’Oscar Paul Attanasio, ideatore di Dr. House.

Nel cast attori importanti, a cominciare da Bruno Ganz, che dovrebbe avere il ruolo di un immaginario Papa Sisto VI.

Giovedì il traffico intorno a San Pietro era dunque più caotico del solito.

“Attenzione alla gente che attraversa”, gridava in continuazione uno dei producer al finto taxì che per decine di volte è sfrecciato intorno al Colonnato.

In Vaticano infatti c’era il solito fiume di turisti, e veniva bloccato ogni volta che si girava una scena. Ma più che fastidio c’era grande curiosità.

Riprese verranno fatte a Roma anche in Via Veneto mentre gli interni saranno girati, con un bugdet molto più modesto dei 50.000 euro chiesti da Roma per la Piazza antistante San Pietro, in Ungheria dove il set si trasferirà tra una ventina di giorni.

You must be logged in to post a comment Login