Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

San Marino: Mov. Rete su insegnanti Religione

Edizione del: 4 novembre 2013

Il Movimento Rete torna sugli aumenti retributivi per gli insegnanti di Religione Cattolica delle scuole della Repubblica di San Marino, conseguenza del nuovo accordo stipulato da San Marino e diocesi e della Legge avviata all’iter legislativo che uniformerà il trattamento economico di questi docenti a quelli di tutti gli altri colleghi.

Da una parte il Governo chiede sacrifici a tutti, dall’altra “continua a elargire prebende e favori a chi già se la cava più che bene”.

A testimonianza di quanto il tema sia sentito, è la bocciatura, venerdì 25 ottobre, per 1 voto dell’accordo in Consiglio grande e generale.

“Mentre si lasciano a casa 20 bidelli cuochi in nome della spending review – prosegue Rete in una nota – il Governo cerca di far passare un accordo per fornire indennità e scatti d’anzianità retroattiva dal gennaio 2013, ai professori di Religione Cattolica”, che per qualcuno si tradurrà in 7-800 euro al mese.

Rete punta il dito contro questi docenti perché “a differenza di ogni altro dipendente, non hanno il dovere di rispondere a tutti gli obblighi di collocamento, ma vengono prescelti con nulla osta dalla diocesi”.

E’ questa discrezionalità, per i civici di Rete, che “impedisce di poter prevedere una parificazione dei trattamenti economici”, oltre al fatto, aggiungono, che “ogni indennità pubblica debba venir soppressa”.

Inoltre, fanno notare, l’ora di Religione Cattolica è facoltativa.

“Quando l’insegnamento non sarà più la Religione Cattolica ma la storia delle religioni – conclude Rete – e i professori verranno selezionati in base agli stessi meccanismi e parametri cui devono assoggettarsi tutti gli altri insegnanti, solo allora sarà benvenuta e doverosa una parificazione della sua retribuzione”.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login