Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Saldi anche in Vaticano

Edizione del: 6 gennaio 2014

Anche in Vaticano è tempo di saldi e, a differenza dell’Italia, qui le code dei compratori sono belle lunghe davanti all’Emporio Vaticano.

Si, perché anche se ufficialmente avranno inizio il 7 gennaio, e riservati ai soli dipendenti della Santa Sede, l’emporio vaticano di tre piani nella palazzina che un tempo ospitava la vecchia stazione di san Pietro poi trasformata da Papa Wojtyla in boutique alcuni anni fa dopo un lungo e sapiente restauro, sabato centinaia di acquirenti in possesso della speciale tessera che consente di fare acquisti nella Città leonina, hanno letteralmente preso d’assalto gli scaffali dei reparti maschile e femminile.

Banchi su cui si possono trovare capi all’ultimo grido delle migliori marche sia italiane, sia straniere.

E come per i negozianti italiani anche qui i saldi vaticani daranno una bella boccata d’ossigeno ai magazzini d’Oltretevere che, come tutti gli altri esercizi commerciali del paese, hanno pesantemente subito gli effetti della crisi.

In Vaticano comunque i prezzi in genere, sono sempre più bassi di quelli italiani a causa dell’esenzione dall’Iva.

Qui si possono trovare raffinati tailleur, giacche, sciarpe di cachemire, prodotti di profumeria, oggetti di elettronica, liquori, biancheria per la casa. In Vaticano però i saldi non vanno oltre il 20/30 per cento.

In questi ultimi anni la crisi internazionale che ha fiaccato pesantemente i consumi ha fatto sentire i suoi effetti negativi anche dentro le mura vaticane, dove la prestigiosa boutique aveva invece a lungo rappresentato una voce non trascurabile per le casse del Governatorato.

Franco Mariani


Autore: 

Franco Mariani, direttore di News Cattoliche, classe 1964, giornalista, ha cominciato ad occuparsi di giornalismo nel 1978, a 14 anni, l’anno dei tre Papi, scrivendo per alcuni settimanali cattolici, passando poi a quotidiani, televisioni, radio e web. E’ giornalista Vaticanista, critico cinematografico ed esperto dell’Alluvione di Firenze del 1966 e dello Zecchino d’Oro. Ha frequentato la Facoltà Teologica dell’Italia Centrale di Firenze. In seno al Sindacato unitario dei giornalisti ha ricoperto vari incarichi regionali e nazionali. E’ direttore di varie testate e ha pubblicato diversi libri sulla storia del papato e di Firenze. E’ Cavaliere di Merito dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio.

You must be logged in to post a comment Login