Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

S.Sede-Israele: Nunzio ottimista

Edizione del: 25 giugno 2013

Per concludere i lunghi negoziati fra Santa Sede e Israele restano “ancora pochi ostacoli da superare”, tuttavia il Rappresentante Pontificio presso Israele e l’Autorità Nazionale Palestinese, l’Arcivescovo Giuseppe Lazzarotto, si dice “ottimista”.

Si lavora – spiega – anche sul Cenacolo con “prospettive positive” anche se non si tratterà di una “restituzione” quanto piuttosto di un uso “continuativo e sistematico” del luogo Santo e dunque di culto.

L’Accordo, sui cui Israele e Santa Sede stanno discutendo da 16 anni, riguarda aspetti fiscali ed economici e il destino di alcune proprietà contese in Israele.

Si definirà anche l’esenzione o meno delle tasse per le proprietà Cattoliche.

“Negli Accordi – spiega Mons. Lazzarotto – le Istituzioni verranno distinte nettamente in base alla loro attività: ad esempio verrà distinto nettamente tutto ciò che riguarda attività commerciali sulle quali sarà inevitabile pagare delle tasse, da quello che riguarda invece la presenza e il carattere di altre Istituzioni Cattoliche”, come Conventi e Monasteri senza scopi di lucro.

Quanto al Cenacolo, “l’argomento è all’ordine del giorno, benché non strettamente parte dell’Accordo. Quel che posso dire è che ci stiamo lavorando, con prospettive positive. Vorrei sottolineare che tutte le parti interessate sono state coinvolte: Santa Sede, Custodia di Terra Santa, Autorità Israeliane e Autorità Islamiche, poiché com’è noto il Cenacolo è Waqf, ovvero proprietà familiare Religiosa. Non sarà restituzione la formula che verrà impiegata, ma con realismo si sta piuttosto cercando di arrivare ad un uso sistematico e continuativo come Luogo Santo e quindi di culto della Sala del Cenacolo”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login