Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

S. Egidio e l’emergenza freddo

Edizione del: 30 novembre 2013

La Comunità di Sant’Egidio, a Roma, come risposta immediata all’irrigidirsi della temperatura, come ogni anno, ha aperto uno spazio di accoglienza per chi è senza fissa dimora, che va ad aggiungersi ad altre strutture già attive a Trastevere.

Il Centro, che dispone di 12 posti letto, è destinato ad accogliere per il periodo invernale le persone che vivono abitualmente per strada nel quartiere, e si trova all’interno di Palazzo Leopardi, in piazza Santa Maria in Trastevere.

L’apertura ha come obiettivo immediato di evitare rischi per la sopravvivenza e la salute di persone già indebolite dalle condizioni precarie alle quali le costringe la condizione di  senza fissa dimora.

L’anno scorso sono state difese in questo modo dal maggiore freddo diverse decine di persone.

Per ognuna di esse, attraverso l’ospitalità, è iniziato un percorso di reinserimento che ha evitato il loro ritorno alla vita per strada.

“Fornire un ricovero nella stagione invernale equivale a salvare concretamente la vita di quanti dormono all’aperto”, sottolineano alla Comunità di Sant’Egidio.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login