Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Rubano calici e sfasciano chiesa

Edizione del: 27 dicembre 2013

Furto sacrilego nell’antica chiesa di S. Bernardo a Magno di Bovegno (Brescia), dove i ladri  hanno forzato  la porticina della sacrestia dove erano custoditi 5 calici, di cui  2  in argento, risalenti rispettivamente al ‘500, fattura di scuola veneziana, e al ‘600.

I malviventi hanno trafugato poi diretto la loro attenzione al al tabernacolo che custodiva una seicentesca pisside d’argento.

La porticina, però, era stata fatta blindare dall’allora parroco don Giuseppe Mattanza ed è stato impossibile aprirla senza la combinazione, infatti i  malviventi hanno tentato invano di forzarla.

Non riuscendovi, hanno sfogato la rabbia contro il tabernacolo e l’altare maggiore, sempre del ‘500, che è stato praticamente distrutto; l’altare diffusamente danneggiato, frantumate anche le colonnine che lo ornavano.

Non appagati, i malviventi sono tornati in sacrestia alla ricerca d’altro bottino, ma i preziosi paramenti sono custoditi in luogo segreto.

Nella sacrestia hanno scovato e prelevato anche una chiave forse ritenuta d’oro quando, al contrario, è soltanto dorata.

Come finale gesto di sfida – non lo si capirebbe altrimenti – i malviventi sacrileghi, alle 4 del mattino, si son messi a suonare le campane a morto, ma prima che accorresse gente si sono dileguati nel buio d’una notte di follia.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login