Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Rieti: Suora partorisce bambino

Edizione del: 18 gennaio 2014

Una Suora di 32 anni, originaria di San Salvador, ha partorito un bimbo all’ospedale di Rieti, San Camillo De Lellis, del peso di 3 chili e 500 grammi, al quale è stato dato il nome di Francesco Sandrino.

La donna si è presentata al Pronto Soccorso dell’ospedale di Rieti nella notte di martedì 14 gennaio, accompagnata da un’ambulanza del 118, chiamata dalle consorelle del convento, accusando forti dolori di cui non sapeva spiegarsi la natura.

Il personale paramedico che l’ha accompagnata all’ospedale con codice rosso, ha messo a verbale che la donna accusava “forti dolori addominali con sospetta colica renale”.

Il medico che l’ha visitata e sottoposta ad ecografia non ha avuto dubbi nel certificarle lo stato di gravidanza, tanto che nel certificato di ricovero, forse per un eccesso di scrupolo, è stato scritto “sospetta gravidanza in Suora”.

Il bimbo è poi nato con un parto naturale, nelle prime ore di mercoledì 15, e pesa 3 chili e mezzo.

La Suora, ricoverata in un’area riservata del reparto di ostetricia, vive da molti anni nel Convento reatino di Campomoro dove, con le Consorelle, gestisce una Casa di Riposo per anziani.

Terrà suo figlio, almeno così dicono in ospedale, dove hanno cercato di tenere segreta la notizia, non riuscendovi però più di tanto, e dove altre mamme ricoverate hanno fatto una colletta e raccolto indumenti per il suo bimbo.

Intanto il Vescovo locale ha fatto sapere di pregare per lei e il bimbo.

Cosa succederà ora?

Probabilmente la Suore, che rientrerà in convento o in una struttura della Congregazione religiosa che possa garantire la riservatezza per lei e il figlio, chiederà in Vaticano la dispensa dai voti religiosi e tornerà allo stato laico.

Sorgono però due problemi: il primo è come farà a mantenere lei e il figliolo, il secondo,  preveggendo che in questo caso lo Spirito Santo si sia tenuto alla larga dalla sorella, chi è stato a metterla , e, soprattutto, si è trattato di un atto consenziente oppure di uno stupro?

Il Vescovo invece di pregare dovrebbe indagare e far sentire la sua voce per fare chiarezza.

Una telefonata di Papa Francesco, in questo caso, non farebbe male…. e non solo per fare gli auguri al nuovo nato.

Franco Mariani


Autore: 

Franco Mariani, direttore di News Cattoliche, classe 1964, giornalista, ha cominciato ad occuparsi di giornalismo nel 1978, a 14 anni, l’anno dei tre Papi, scrivendo per alcuni settimanali cattolici, passando poi a quotidiani, televisioni, radio e web. E’ giornalista Vaticanista, critico cinematografico ed esperto dell’Alluvione di Firenze del 1966 e dello Zecchino d’Oro. Ha frequentato la Facoltà Teologica dell’Italia Centrale di Firenze. In seno al Sindacato unitario dei giornalisti ha ricoperto vari incarichi regionali e nazionali. E’ direttore di varie testate e ha pubblicato diversi libri sulla storia del papato e di Firenze. E’ Cavaliere di Merito dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio.

You must be logged in to post a comment Login