Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Rabbino Haim Baharier oggi a Firenze per il suo ultimo libro

Edizione del: 9 marzo 2014

Rabbino Haim BaharierQuesta sera alle ore 21 a Firenze il Centro Devatta, Sala dell’Associazione I ricostruttori della pace, in via Arcangelo Corelli 33/C, organizza un incontro con il Rabbino Haim Baharier in occasione della presentazione della sua pubblicazione, “La valigia quasi vuota”.

Si tratta di un noto rabbino, definito da Erri De Luca come “uno dei massimi interpreti viventi della tradizione ebraica”.

Il rabbino più noto d’Italia, “il pensatore che fa volare”: molte sono le definizioni per Haim Baharier, che da anni riempie i teatri d’Italia con i suoi spettacoli, a metà strada tra lezioni e dialoghi filosofici.

Studioso e maestro del pensiero di Israel, oltre che psicanalista e matematico, ermeneuta che riempie i teatri e le aule universitarie con le sue lezioni di Torà, oggi Baharier ha deciso anche di raccontarsi e scrivere e ora approda nelle librerie italiane con la sua quinta opera, “La valigia quasi vuota” per Garzanti editore.

Non è un romanzo ma lo sembra, non è un’autobiografia ma ci somiglia, non è un saggio ma molto di più, non è un “giallo” ma ne ha alcune innervature. E’ uno shiur, una lezione? Sì, anche. Tanti insegnamenti sgorgano, con naturalezza, dal testo. E anche quando la pagina vorrebbe essere “leggera”, per Baharier è irrimediabilmente mezzo di interpretazione-trasmissione di Torà.

La valigia quasi vuota è un libro più difficile da raccontare che da leggere, godibile e profondo, imprendibile come la poesia con i suoi segnali d’altrove, permeato da un sottile magnetismo che cattura e che, se ci distraiamo, ci batte delicatamente sulla spalla.

Nato a Parigi da genitori ebrei di origine polacca, entrambi passati attraverso l’orrore di Auschwitz, Haim Baharier è stato allievo di Emmanuel Lévinas, uno dei maggiori fi losofi del Novecento, e di Léon Askenazi, il padre della rinascita del pensiero ebraico in Francia. Matematico e psicoanalista, ma anche commerciante di preziosi e consulente aziendale, tiene da molti anni esclusive e memorabili lezioni di ermeneutica ed esegesi biblica.Vive con la sua famiglia a Milano.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login