Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Rabbino denuncia pedofilia

Edizione del: 12 gennaio 2014

Negli ultimi anni, gli abusi sessuali sui bambini all’interno dell’Ebraismo ultraortodosso, così come per la Chiesa Cattolica, sono finiti sulle prime pagine di tutti i giornali.

Il Rabbino Nuchem Rosenberg è stato recentemente vittima di un attacco con l’acido a Williamsburg, Brooklyn.

Rosenberg, 63 anni ha fatto luce sulla “catena di montaggio degli stupri su minori” rintracciabile in alcune Sette di Ebrei Fondamentalisti.

Membro del Satmar Hasidim, l’ala Fondamentalista dell’Ebraismo Ortodosso di Brooklyn, Nuchem progetta e ripara mikveh in osservanza della Torah.

Nella religione Ebraica, le mikveh sono vasche usate per l’abluzione purificatrice, e sono utilizzate in varie occasioni.

Durante una visita a Gerusalemme nel 2005, il Rabbino Rosemnberg è entrato in un mikveh situato in uno dei quartieri più Sacri della città, Mea Shearim.

“C’era vapore ovunque, non si vedeva quasi niente. Quando la mia vista si è abituata all’ambiente, ho notato un uomo della mia età, in apparenza un Religioso, con una lunga barba bianca, che sedeva nel vapore. Sulle sue gambe c’era un bambino di forse 7 anni che gli dava le spalle. L’anziano stava praticando del sesso anale al bambino”.

Il Rabbino Rosenberg ha fatto una pausa come per riprendersi, poi è andato avanti: “il bambino veniva trafitto da quest’uomo come fosse un animale, come un maiale, e non diceva niente. Ma sulla sua faccia c’era l’espressione della paura. L’anziano invece mi guardò senza nessun timore, come se fosse una pratica normale. Non si fermò. Ero infuriato, e cercai di protestare. L’uomo estrasse il suo pene, e io allontanai il ragazzino. Dissi all’anziano, ‘è un peccato di Dio, unmishkovzucher. Cosa stai facendo all’anima di questo bambino? Lo stai distruggendo!’ Aveva vicino una spugna con un manico per pulirsi la schiena, e la usò per colpirmi in faccia. ‘Come osi interrompermi!’ mi disse. Avevo a lungo sentito parlare di queste cose, ma quel giorno me le ritrovai davanti per davvero”.

A New York, e nelle principali comunità Ortodosse in Israele e a Londra, molte sono state le accuse di molestie sessuali e stupri a danni di minori.

I presunti abusatori sono maestri di scuola, Rabbini, padri, zii, tutte figure di autorità maschile.

Le vittime, come nel caso dei preti Cattolici, sono principalmente i bambini maschi.

 


Autore: 

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti e al Sindacato Nazionale Critici Cinematografici, prima di approdare a questa redazione (settembre 2013) ha collaborato con altre testate giornalistiche nazionali e toscane, occupandosi oltre che di cinema anche di spettacolo e cronaca.

You must be logged in to post a comment Login