Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Prima candelina per Papa Francesco

Edizione del: 13 marzo 2014

papa francesco supermanChissà se oggi, durante il pranzo o la cena, a Papa Francesco, che da domenica pomeriggio si trova in ritiro ad Ariccia, fuori dal Vaticano, con diversi membri della Curia Romana per gli esercizi spirituali, gli porteranno una torta con una candelina sopra per festeggiare il primo anniversario della sua elezione, avvenuta nel tardo pomeriggio del 13 marzo 2013.

E’ da metà febbraio, da quando è caduto l’anniversario della notizia, da parte di Benedetto XVI, della sua rinuncia al papato, che giornali, settimanali, siti on line, emittenti televisive, pontificano – spesso anche a sproposito – su quello che, si è stato un evento epocale per la Chiesa, non tanto per il gesto in se stesso, ma per quello che ha comportato tale decisione nell’oggi e nel futuro della Chiesa, che onestamente noi di News Cattoliche abbiamo preferito astenerci da tale pratica mediatica – addirittura c’è chi è arrivato, in Italia, a stampare il primo settimanale “rosa”, tutto dedicato a Papa Francesco –  limitandoci a “registrare” eventuali commenti o approfondimenti da parte di chi, in Vaticano, è deputato a ciò, come  Padre Federico Lombardi, Direttore della Sala Stampa Vaticana, o di chi ne è stato diretto testimone, come qualche Cardinale.

Nell’augurare a Papa Bergoglio di spengere tante altre candeline nei futuri 13 marzo, ci sentiamo però anche di dover sottolineare che sì Papa Francesco continuerà a stupire la Chiesa, la Curia, i fedeli e il mondo – e non sempre positivamente – perché non è sempre oro quel che luccica, ed un anno non basta – come non basteranno i 100 giorni che ha chiesto ieri il Premier Renzi per attuare le sue prime riforme – per poter fare una oculata analisi di dove e cosa porterà il pontificato del primo pontefice italo argentino (ricordiamoci che ha rinnovato il suo passaporto e la sua carta di identità argentina, per cui è a tutti gli effetti un cittadino argentino, e come tale vincolato alle leggi di quella nazione, rifiutando lo status diplomatico di Sovrano/Capo di Stato del Vaticano).

Tuttavia se come Credenti siamo chiamati a dare incondizionata fiducia al dolce Vicario di Cristo in Terra, al Successore di Pietro, come Giornalisti, anche per le notizie interne che ci vengono direttamente dal Vaticano, e che non sono divulgabili all’esterno, qualche perplessità l’abbiamo, ma come tali siamo ovviamente anche pronti a ricrederci.

E questo onestamente lo speriamo.

Franco Mariani


Autore: 

Franco Mariani, direttore di News Cattoliche, classe 1964, giornalista, ha cominciato ad occuparsi di giornalismo nel 1978, a 14 anni, l’anno dei tre Papi, scrivendo per alcuni settimanali cattolici, passando poi a quotidiani, televisioni, radio e web. E’ giornalista Vaticanista, critico cinematografico ed esperto dell’Alluvione di Firenze del 1966 e dello Zecchino d’Oro. Ha frequentato la Facoltà Teologica dell’Italia Centrale di Firenze. In seno al Sindacato unitario dei giornalisti ha ricoperto vari incarichi regionali e nazionali. E’ direttore di varie testate e ha pubblicato diversi libri sulla storia del papato e di Firenze. E’ Cavaliere di Merito dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio.

You must be logged in to post a comment Login