Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Prete Massone vuol vedere Papa

Edizione del: 25 agosto 2013

Un prete francese apertamente massone, sospeso dal Vaticano, a norma del Codice di Diritto Canonico, dal ministero sacerdotale  perr la sua affiliazione, è arrivato mercoledì 21 agosto in Piazza San Pietro dopo un “pellegrinaggio” di 39 giorni, nella speranza di potersi difendere e spiegare in Vaticano davanti a Papa Francesco.

Pascal Vesin, 43 anni, sacerdote da 17 e parroco di Sainte-Anne d’Arly-Montjoie, a Megeve, sulle Alpi francesi, fa parte da 13 anni al Grande Oriente di Francia, a dispetto della tradizionale condanna della Chiesa di Roma di ogni affiliazione massonica.

Il 14 luglio ha deciso di partire da solo a piedi per Roma ed è arrivato con barba lunga, volto bruciato dal sole, zaino in spalle e molta emozione.

Si è detto “ferito dall’ingiustizia” di quella che definisce “la scomunica” pronunciata nei suoi confronti a maggio dalla Congregazione per la Dottrina della Fede.

Ha aggiunto di aver riflettuto durante la lunga marcia e di aver inviato al Papa una lettera con la spiegazione delle sue ragioni lo scorso 1 agosto.

Vesin resterà in attesa di essere ricevuto dal Pontefice o da uno dei suoi Collaboratori e si fermerà a Roma fino al 6 settembre.

Inaccettabile da sempre per il Vaticano, l’adesione alla massoneria è invece considerata da pienamente compatibile con il sacerdozio da Vesin, che assicura peraltro di sentirsi “profondamente legato alla Chiesa”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login