Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Presidente RnS a Washington

Edizione del: 5 febbraio 2014

Il Presidente Nazionale del Rinnovamento nello Spirito Santo, Salvatore Martinez, sarà a Washington, da oggi al 7 febbraio, per partecipare alla 62ma Edizione del National Prayer Breakfast, che si terrà come da tradizione presso l’Hilton Hotel della Capitale USA.

Per l’undicesima volta, il Presidente Martinez partecipa alla tradizionale “Colazione di Preghiera” organizzata da una speciale Commissione composta da Senatori e Congressisti degli Stati Uniti.

Come negli anni passati, all’incontro parteciperanno il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama, il Vice Presidente, i principali Rappresentanti dell’Esecutivo sia Giudiziario che Legislativo degli USA ed Esponenti della Comunità Diplomatica Internazionale.

“Il nostro mondo globalizzato – ha dichiarato il Presidente Martinez – reclama una ‘diplomazia dell’amicizia’, una nuova cultura della fraternità, relazioni fondate sui valori alti del Vangelo come scuola di vero umanesimo sociale”.

“In tal senso, l’esempio di Papa Francesco, la sua attenzione verso i poveri e gli esclusi della terra, è di forte ispirazione e incoraggiamento per ogni tipo di Leadership”.

“Crescono ormai ovunque l’antipolitica, la sfiducia, la crisi delle rappresentanze, l’intolleranza religiosa”.

“Urge ripartire da un umanesimo integrale e trascendente, promosso da uomini e donne che non hanno perduto la passione per la giustizia e per uno sviluppo solidale dei popoli”.

“Troppe persone, le nuove generazioni in special modo, vedono sempre più precluso il loro futuro di libertà e di pace. Non giova a nessuno alimentare sacche di indigenza e di indifferenza; ecco perché incontri come quelli di Washington possono regalare importanti inversioni di rotta”.

“L’annuale appuntamento del National Prayer Breakfast, fuori da schemi autoreferenziali e nazionalistici, alimenta questa opportunità in modo assai concreto e originale, per una nuova e più generosa costruzione del mondo”.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login