Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Pinson ricorda Follereau

Edizione del: 27 agosto 2013

Sabato 17 agosto ricorreva il 110mo anniversario dalla nascita di Raoul Follereau, giornalista Cattolico francese e apostolo dei lebbrosi, che portò tra l’altro all’istituzione della Giornata Mondiale dei Malati di Lebbra, giunta quest’anno alla 60ma edizione.

Follereau, cambiò la sua vita durante un safari in Africa nel 1935, quando s’imbatté in un gruppo di lebbrosi piagati e affamati.

Sconvolto da quell’incontro, cominciò a girare il mondo accompagnato dalla moglie Madeleine per raccogliere fondi per questa causa.

Il primo Presidente del Movimento per la Canonizzazione di Raoul e Madeleine Follereau, Yvon Pinson, ha ricordato così nei giorni scorsi alla Radio Vaticana  i due coniugi: “I malati di lebbra li chiamavano ‘papà Raoul’ e ‘mamma Madeleine’, come se per i malati fossero un padre e una madre spirituali. E Raul e Madeleine insieme hanno abbracciato i lebbrosi vincendo la paura del contagio. Dissero: ‘No, il rischio di contagio è minimo: si possono abbracciare i malati di lebbra, e considerarli come malati ordinari e curarli allo stesso modo’. Oggi, curiamo i lebbrosi fino alla completa guarigione”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login