Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Pellegrinaggio Ordine S. Sepolcro

Edizione del: 9 settembre 2013

Il 13 settembre prossimo, vigilia della festa dell’Esaltazione della Croce, 3mila Dame e Cavalieri dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, compiranno un Pellegrinaggio Internazionale a Roma nel contesto dell’Anno della Fede, guidati dal Cardinale americano Edwin O’Brien, Gran Maestro dell’Ordine.

È previsto un incontro con il Santo Padre Francesco nel corso di un’Udienza particolare.

Il Pellegrinaggio di questo Ordine Pontificio a Roma sarà preceduto da un importante evento, la Consulta, che viene convocata ogni 5 anni.

L’Ordine di origine medievale, ricostituito dal Beato Papa Pio IX nel 1847, ha come finalità la crescita della vita spirituale dei suoi membri e il sostegno alla Chiesa Cattolica in Terra Santa, nell’accezione più ampia, Cipro, Israele, Territori Palestinesi, Giordania….

Dipende direttamente dalla Santa Sede.

I suoi 30mila membri in 35 nazioni sono organizzati in Luogotenenze e Delegazioni Magistrali.

Il loro impegno nella Chiesa si accompagna ad un importante sostegno finanziario essenzialmente destinato alle Istituzioni e alle opere del Patriarcato Latino di Gerusalemme.

Ad esempio, le donazioni dell’ultimo decennio sono ammontate a quasi 100 milioni di dollari e sono state destinate alla costruzione o al restauro di chiese, scuole ed ospedali, oppure al sostegno di imprese familiari e artigianali.

Nel tracciare un profilo dell’Ordine, il Cardinale O’Brien ha ricordato che i suoi membri sono “volontari, che, in quanto tali, non possono percepire alcuna retribuzione per il loro impegno, ma, al contrario, hanno l’obbligo di versare un contributo annuale per finanziare le sue attività caritative” ed ha sottolineato che negli ultimi anni l’Ordine ha promosso una serie di iniziative “miranti a contrastare il fenomeno dell’emigrazione con specifiche iniziative, concessione di microcrediti alle piccole imprese familiari, borse di studio, aiuti medici e umanitari, miranti a creare migliori condizioni di vita per la popolazione Cristiana al fine di incoraggiarla a non abbandonare la propria terra d’origine”.

L’Arcivescovo Fisichella ha affermato che il Pellegrinaggio a Roma costituisce una efficace testimonianza ed è segno visibile “di un impegno diretto per la concreta costruzione della pace soprattutto in quelle terre e tra i molti innocenti e poveri che soprattutto in questi giorni stanno vivendo tensioni e timori straordinari per la violenza che incombe su di loro e sul mondo intero. La fede non allontana dalla responsabilità che tutti siamo chiamati ad assumerci nei confronti del mondo del nostro tempo, ma al contrario provoca e induce a un concreto impegno in vista di una società migliore”.

Il Professor Borromeo ha precisato che la Consulta del 2013, che si aprirà il 10 settembre e si concluderà il 13, con la partecipazione dei membri del Gran Magistero, dei Luogotenenti e Delegati Magistrati provenienti da 35 paesi e dai Rappresentanti della Segreteria di Stato e dalla Congregazione per le Chiese Orientali, sarà dedicata alla revisione dello Statuto poiché “l’attuale testo, nell’impianto generale, ed in alcune norme specifiche, non sembra più consono all’Ecclesiologia sviluppatasi dopo il Concilio Vaticano II ed alla sensibilità dei tempi nostri. La bozza del nuovo testo mira a conferire maggiore incisività all’azione dell’Ordine. In particolare, la proposta punta sin d’ora a sviluppare in modo più organico l’impegno spirituale dei membri, a radicare più profondamente l’azione delle articolazioni periferiche, Luogotenenze o Delegazioni Magistrali, nella vita delle Chiese locali, a sviluppare l’azione caritativa dell’Ordine anche ad un’area geografica del Medio Oriente più ampia di quella entro la quale agisce attualmente”.

“Il Cardinale Gran Maestro – ha concluso il Professor Borromeo – sottoporrà poi all’approvazione del Sommo Pontefice” una nuova stesura dello Statuto.

Infine il Professor Rebernik ha reso noto che Oltre alle celebrazioni liturgiche in alcune chiese centrali di Roma e nelle Basiliche Papali, è prevista una conferenza del Presidente del Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione, Arcivescovo Salvatore Fisichella, nell’Aula Paolo VI e un concerto nella Basilica papale di San Giovanni in Laterano con momento di preghiera. La Santa Messa di chiusura si terrà nella Basilica papale di San Paolo fuori le Mura.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login