Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

PD: Riforma economica diocesi

Edizione del: 23 settembre 2013

La diocesi di Padova ha deciso di darsi una nuova gestione economica.

“L’esigenza di una revisione della struttura economica della diocesi, nelle sua articolazioni già avvertita negli anni recenti, è divenuta più pressante di fronte alla grave crisi economica, che obbliga a ripensare l’uso delle risorse disponibili al fine di garantire nel tempo la sostenibilità dell’azione Pastorale” spiega il Vescovo Antonio Mattiazzo, che ha decretato la nomina di un Comitato guida presieduto dal Vicario generale, Mons. Paolo Doni, con “il compito di sovrintendere all’insieme della Riforma e prendere decisioni sulle scelte programmatiche dei Gruppi di lavoro, con il consenso del Vescovo”.

Saranno infatti 5 i Gruppi di lavoro incaricati di predisporre la riorganizzazione complessiva del “sistema diocesi”: dall’informatizzazione alla gestione economica, dal regolamento all’organizzazione fino alla gestione del personale.

“La Riforma – prosegue il Vicario Generale – vuole collegare le parrocchie e gli Enti Ecclesiali del territorio con la diocesi e viceversa. Perché ci sia un’unica progettualità di gestione”.

E’ un passo che esprime “la dinamica comunionale che caratterizza tutti gli aspetti e i soggetti della Pastorale. Non è un’operazione ingegneristica, ma nasce da un’esigenza di comunione reale. Ci conforta l’esempio di Papa Francesco, che ha messo in moto un lavoro analogo per intervenire sulla struttura economica-organizzativa della Santa Sede. Per Padova si tratta di passare a un’impostazione di comunione. Tutto ciò per ottenere trasparenza e funzionalità per la vita Pastorale delle comunità Cristiane”.


Autore: 

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti e al Sindacato Nazionale Critici Cinematografici, prima di approdare a questa redazione (settembre 2013) ha collaborato con altre testate giornalistiche nazionali e toscane, occupandosi oltre che di cinema anche di spettacolo e cronaca.

You must be logged in to post a comment Login