Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Parroco su nozze Belen: no gossip

Edizione del: 14 settembre 2013

Belen sarà anche bella come una Madonna argentina di 29 anni, ma un matrimonio è un matrimonio, non una sfilata di moda concepita per rotocalchi e tv.

Ne siano consapevoli i futuri sposi Belen Rodriguez e Stefano De Martino, e si comportino di conseguenza.

Questo il monito del sacerdote che il prossimo 20 settembre li unirà marito e moglie.

Don Marco Pozza, Cappellano nel carcere di Padova, è amico del sacerdote che in un primo tempo avrebbe dovuto sposarli, don Roberto Cavazzana.

Il quale però ha declinato l’invito.

Troppo impegnativo.

E troppo gossip da gestire.

“Il matrimonio di Belen e Stefano ha avuto troppo clamore e si rischia che passi in secondo piano il vero significato della cerimonia, che è un sacramento” ha dichiarato.

E ha passato l’incarico a don Pozza, il quale ha detto sì: nessun problema per lui a celebrare le nozze più attese dell’anno da rotocalchi e tv.

Lui che è abituato a gestire la sofferenza di un carcere figuriamoci se si fa spaventare dalla una coppia patinata.

Però a sua volta ha ribadito lo stesso concetto: basta che gli sposi si preparino con la dovuta serietà.

“L’altra sera mi ha chiamato una assistente di Belen chiedendomi la disponibilità a sposare lei e Stefano – ha detto don Pozza -. Le ho detto sì. So che hanno fatto un percorso di preparazione con il mio caro amico don Roberto. Però prima li voglio incontrare. Il matrimonio è una cosa seria, non sono disposto a presentarmi all’altare senza prima aver conosciuto le persone che sposo”.

“Le nozze saranno anche attesissime, per carità. Ma, per quanto attese, sono pur sempre nozze, per Santa Romana Chiesa coincidono con un sacramento, dunque come tale vanno vissute. Il gossip non è contemplato”.

Su a Comignago, il villaggio del Novarese non lontano dal Lago Maggiore dove la soubrette e il ballerino convoleranno il 20 settembre, il parroco, don Benigno Sulis, aspetta in silenzio.

Non ha fretta.

Su rotocalchi, siti e profili Facebook, compreso quello di Belen, sono già comparse immagini e foto dell’abito della sposa.

Il mondo dei rotocalchi si chiede in misura via via più insistente se sarà proprio quello, il vestito, oppure se le foto siano comparse solo per alimentare la curiosità intorno alla creazione dello stilista Daniele Carlotta, colui prescelto dalla soubrette argentina di disegnarle l’abito.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login