Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Papaboys contro Sanremo e la blasfemia di Rufus

Edizione del: 18 febbraio 2014

Polemica attorno alla partecipazione al Festival di Sanremo di Rufus Wainright, il cantante newyorchese accusato di blasfemia.

Nel mirino delle associazioni cattoliche c’è il brano dal titolo esplicito “Messiah gay”, che mescola battesimo e sperma, attesa del Messia gay e porno anni ’70.

Gli organizzatori – così si legge in comunicato – lo hanno invitato per il suo “pop raffinato”.

Una premessa che sembra una provocazione a fronte dei testi di Rufus.

Le associazioni cattoliche, con a capo dei manifestanti i Papaboys e altre organizzazioni di giovani laici cattolici e alcune parrocchie romane  sono scese e scenderanno ancora in piazza “per protestare contro la presenza a Sanremo di Rufus, un cantante blasfemo invitato dalla Rai”.

Chiedono “l’intervento o le dimissioni dei vertici Rai, in primis la presidente Tarantola – che si dichiara cattolica, ma permette che si trasmetta dalla tv pubblica blasfemia, almeno secondo i contestatori – e del direttore Gubitosi”.

“Ricordiamo che la protesta non parte solo da un presupposto di offesa al sentimento religioso. Si tratta di violare le leggi dello Stato. Il repertorio dell’artista entra nel reato di offese ad una confessione religiosa mediante il vilipendio, previsto e punito dall’art. 403 del Codice Penale. Inoltre, l’art. 25, primo comma, del Regolamento del Festival, afferma: ’gli artisti durante le loro esibizioni non potranno assumere atteggiamenti e movenze o usare  abbigliamenti e acconciature in contrasto con i principi del buon costume ovvero in violazione di norme di legge o di diritti anche di terzi”.


Autore: 

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti e al Sindacato Nazionale Critici Cinematografici, prima di approdare a questa redazione (settembre 2013) ha collaborato con altre testate giornalistiche nazionali e toscane, occupandosi oltre che di cinema anche di spettacolo e cronaca.

You must be logged in to post a comment Login