Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Papa sempre a lavoro

Edizione del: 26 agosto 2013

Il Papa è sempre a lavoro  nella Residenza di Santa Marta ed appare “tranquillo” e “sereno”.

Così viene descritto Bergoglio dai suoi stretti collaboratori.

Unico appuntamento di lavoro semi ufficiale giovedì 15 agosto, a Villa Barberini, nella Residenza Pontificia di Castel Gandolfo, quando il Papa è stato ospite a pranzo del Segretario di Stato  Cardinale Tarcisio Bertone.

Un appuntamento a cui ha partecipato anche il Decano del Collegio Cardinalizio, il Cardinale Angelo Sodano.

Un incontro durante il quale, inevitabilmente, forse, si è accennato anche al futuro del Segretario di Stato da più parti dato in “uscita”, visto che il dicembre prossimo compirà 79 anni.

Rimane sullo sfondo il caso “Chaouqui”, la vicenda della giovane Pr della Ernst&Young, nominata Componente della Commissione di monitoraggio sugli Enti Finanziari della Santa Sede, nell’occhio del ciclone per i suoi “tweet” che esaltano la stagione Vatileaks e danno del “corrotto” a Bertone.

Il Segretario di Stato è anche Presidente della Commissione Cardinalizia di Vigilanza dello Ior, incarico, si fa notare, che lo stesso Sodano ha lasciato nel febbraio 2008, superati gli 80 anni e due anni dopo aver lasciato la guida della Segreteria di Stato.

Una circostanza che potrebbe ripetersi anche per Bertone, che potrebbe comunque a breve essere sollevato da ogni incarico nell’ambito delle nuove nomine pontificie che farebbero parte integrante della Riforma generale della Curia chiesta dai Cardinali al nuovo Papa in occasione del Conclave.

Concludendo la sua vacanza nella villetta dei Papi a Introd domenica 11 agosto, Bertone aveva detto di tornare a Roma per “svolgere i compiti che Papa Francesco, che è un vulcano inesauribile, ci assegna tutte le settimane per non dire tutti i giorni”.

“Dopo questa ossigenazione nelle montagne della Valle d’Aosta – aveva aggiunto – spero di continuare il mio lavoro, il mio servizio, anche nelle calure di Roma”.

Intanto, qualche tassello si muove negli avvicendamenti di Curia.

Sarebbe ormai decisa infatti la nomina di Monsignor Giuseppe Sciacca, Segretario del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, a Segretario Aggiunto della Segnatura Apostolica, Supremo Tribunale del Vaticano.

Di sicuro per il Pontefice si annuncia un settembre fitto di incontri con Capi di Stato di diversi Paesi che si recheranno in Vaticano per incontrarlo.

Tra questi, il presidente della Bolivia, Evo Morales, che sarà ricevuto da Francesco il 6 settembre.

Sarà per Morales la seconda occasione di vedere Bergoglio dopo che il 28 luglio scorso lo aveva incontrato nell’ambito della Giornata Mondiale della Gioventù in Brasile insieme ad altri Capi di Stato sudamericani.

Morales ha anticipato di voler affrontare col Papa temi riguardanti la povertà e le questioni sociali.

In agenda per Papa Francesco anche l’Udienza al Presidente dell’Honduras, Porfirio Lobo, prevista per il 20 settembre.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login