Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Papa riusa la Ferula

Edizione del: 27 aprile 2013

Papa Francesco ha impugnato di nuovo la Ferula,  il “Pastorale” utilizzato da Pio IX e “recuperato” qualche anno fa da Benedetto XVI.

Il nuovo Pontefice lo aveva utilizzato nelle sue prime celebrazioni, ma dal 7 aprile – giorno della presa di possesso della Cattedra di Vescovo di Roma al Laterano – ha sempre impugnato la Croce Astile voluta da Paolo VI.

Ogni Vescovo nelle celebrazioni ufficiali porta il “Pastorale”, un bastone ricurvo che ricorda appunto il suo ruolo di guida del gregge affidatogli: il bastone indica infatti la responsabilità di condurre il gregge ed il fatto che sia ricurvo sta a sottolineare la loro dipendenza dal Pontefice.

Il Papa, Vescovo di Roma, utilizza invece una Croce, segno anche di una specifica vocazione ad imitare Cristo nel suo sacrificio.

Nei secoli del potere temporale, c’era anche lo scettro, rimasto oggi nelle mani del Cardinale Camerlengo che durante la Sede Vacante lo impugna quando va ad apporre i sigilli sugli Appartamenti del Papa.

Così la classica “Ferula” utilizzata da Pio IX e dai suoi Successori fino al Concilio, una Croce senza il Cristo, sostituto però dalla figura dell’Agnello, in definitiva è un pò la sintesi tra la Croce e questo segno del comando proprio dei Re.

Ciò spiega forse perché Paolo VI, una volta abolito il “Triregno”, che era anche una corona, passò dalla Ferula alla più semplice Croce Astile, opera dello scultore Felice Mina. Giovanni Paolo II ha sempre usato la Croce Astile di Papa Montini nei 27 anni del suo Pontificato.

Benedetto XVI, che aveva difficoltà ad utilizzarla per via del peso maggiore, anche se entrambe erano state riprodotte in modo da essere un pò più leggere, dopo un paio d’anni era invece tornato alla Ferula, in segno di continuità: esse è infatti il simbolo del Ministero Petrino, mentre la Croce Astile assomiglia di più al Pastorale e così avvicina il Vescovo di Roma agli altri Vescovi.

La scelta di Papa Francesco – che si è chiarita finalmente martedì dopo che per 20 giorni i siti internet hanno dato ampio spazio al dibattito sul tema – è di utilizzarle entrambe a seconda delle circostanze, segnalando anche in questo modo la propria continuità con i Predecessori.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login