Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Papa rinuncia ai Corazzieri

Edizione del: 14 novembre 2013

Papa Francesco rinuncia ai Corazzieri occasione della sua visita di Stato di oggi  al Quirinale, trasmessa in diretta da Rai1, Tgcom,Tv2000 e altre emittenti e siti on line.

Una scelta che viene definita in linea con la scelta di sobrietà che caratterizza l’attuale Pontificato.

E’ stato proprio il Vaticano ad avanzare la richiesta.

Niente scorta speciale, pertanto, per il Santo Padre che si reca nel palazzo che, fino a 150 anni fa, era la  residenza ufficiale, tra velluti ed ori,del Romano Pontefice.

L’ultima volta dei Corrazzieri con il Papa è stata 5 anni fa, l’8 giugno del 2008, quando Benedetto XVI venne accolto, sempre da Giorgio Napolitano, in pompa magna, con un drappello di Corazzieri a cavallo, in alta uniforme, che prelevarono il Pontefice a Piazza Venezia e ne accompagnarono il corteo su per la salita di via IV Novembre che introduce al Palazzo del Quirinale.

Alle origini della Repubblica ogni visita di Stato, nella Roma degli Anni ’50, prevedeva addirittura che il Capo di Stato venisse prelevato all’aeroporto di Ciampino da un’auto del Presidente e accompagnato dai Corazzieri a cavallo fino al Quirinale, lungo un percorso di una ventina di chilometri che passava in parte per l’Appia Antica.

Quindi – con il farsi queste occasioni sempre più ricorrenti – si preferì optare per una versione semplificata, per cui il corteo iniziava alle porte di Roma.

Successivamente una nuova riduzione: da piazza Venezia in poi, per un totale di 800 metri.

Infine via tutto in quanto la cosa disturbava il traffico della città, anche se solo per il Papa era stata mantenuta l’eccezione, almeno fino ad oggi, quando Francesco ha pronunciato questo nuovo, particolare, “Non expedit”.


Autore: 

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti e al Sindacato Nazionale Critici Cinematografici, prima di approdare a questa redazione (settembre 2013) ha collaborato con altre testate giornalistiche nazionali e toscane, occupandosi oltre che di cinema anche di spettacolo e cronaca.

You must be logged in to post a comment Login