Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Papa rinnova Commissione Ior

Edizione del: 19 gennaio 2014

Papa Francesco ha modificato per un quinquennio la composizione della Commissione Cardinalizia di Vigilanza sull’Istituto per le Opere di Religione, Ior.

Escono dall’Organismo i Cardinali italiani Tarcisio Bertone e Domenico Calcagno, per fare posto al nuovo Segretario di Stato Pietro Parolin e all’Arciprete di Santa Maria Maggiore Santos y Abril, che potrebbe diventarne il Presidente, ancora non indicato, al posto del decaduto Bertone.

Esce anche il Cardinale brasiliano Odilo Scherer, Vescovo di San Paolo e tra i principali contendenti di Bergoglio alla successione di Benedetto XVI.

Lascia l’incarico anche l’indiano Toppo sostituito dal Cardinale di Vienna Schoenborn.

Gli altri Membri della Commissione sono Thomas Christopher Collins, Arcivescovo di Toronto, Jean-Louis Tauran, Presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso ed ex Ministro degli Esteri di Papa Wojtyla.

Il 16 febbraio scorso, 5 giorni dopo l’annuncio della rinuncia al Soglio Pontificio di Joseph Ratzinger, la Sala Stampa della Santa Sede rese noto che Benedetto XVI aveva rinnovato “per un quinquennio” la Commissione composta dai Cardinali Bertone, Tauran, Scherer, Toppo e Calcagno.

Per volontà di Bergoglio, quel mandato si è esaurito dopo soli 11 mesi.

Secondo fonti accreditate, il Cardinale Bertone aveva chiesto a Papa Francesco di poter mantenere la Presidenza della Commissione anche dopo la sua uscita dalla Segreteria di Stato, ma non è stato accontentato.

Inattesa anche l’uscita del Presidente dell’Apsa, Calcagno, anch’egli inserito in Commissione lo scorso 16 febbraio da Benedetto XVI.

Prosegue, dunque, l’attento lavoro di analisi, controllo e rinnovamento dello Ior a cui Papa Francesco ha da subito dato grande impulso.

La decisione di rinnovare la Commissione Cardinalizia di Vigilanza sembra escludere la chiusura imminente dello Ior, indicata dallo stesso Pontefice come una delle possibili e più drastiche soluzioni della questione relativa alla Banca Vaticana.

 Papa Francesco sull’aereo che lo riportava in Italia dopo la Giornata Mondiale della Gioventù di Rio de Janeiro, ai giornalisti aveva detto: “Io non so come finirà lo Ior. Alcuni dicono che, forse, è meglio che sia una Banca, altri che sia un Fondo di Aiuto, altri dicono di chiuderlo. Mah, si sentono queste voci. Io non so. Io mi fido del lavoro delle persone dello Ior, che stanno lavorando su questo, anche della Commissione”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login