Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Papa rimpiazza Card. O’Brien

Edizione del: 28 luglio 2013

Anche se impegnato in Brasile nell’intenso programma del Viaggio Apostolico per la Giornata Mondiale della Gioventù, Papa Francesco non interrompe il lavoro di governo, che implica la sistemazione di questioni ancora aperte e di vicende ancora non giunte a compimento.

Una di queste era la nomina del nuovo Arcivescovo di Saint Andrews and Edinburgh, in Scozia, dopo le clamorose dimissioni, il 18 febbraio scorso, del Cardinale Keith O’Brien, già guida della Chiesa scozzese, colto in fallo per una vicenda di molestie e abusi risalente a oltre trent’anni fa.

Il Pontefice ha nominato nuovo Arcivescovo Metropolita di Edimburgo lo scozzese Mons. Leo W. Cushley, 52 anni, finora Consigliere di Nunziatura in servizio presso la Sezione per gli Affari Generali della Segreteria di Stato Vaticana.

Bergoglio ha chiuso così, definitivamente, il caso aperto con le dimissioni di O’Brien, rassegnate a Benedetto XVI ancor prima del compimento del 75mo anno di età, dopo le accuse di “comportamenti inappropriati” avanzate da tre sacerdoti e da un ex sacerdote, Seminaristi all’epoca dei fatti.

Nei giorni successivi, comunicando la rinuncia a partecipare al Conclave, in cui sarebbe stato l’unico Porporato del Regno Unito, O’Brien ha chiesto pubblicamente scusa, ammettendo le sue colpe.

In seguito – la notizia è stata diffusa dalla Sala Stampa Vaticana il 15 maggio – Papa Bergoglio ha mandato O’Brien in ritiro, lontano dalla Scozia, “per alcuni mesi di rinnovamento spirituale, preghiera e penitenza”.

E il suo avvenire è tuttora incerto, giacché “ogni decisione circa la destinazione futura del Cardinale sarà da concordare con la Santa Sede”.

“Mi scuso con coloro che ho offeso”, aveva detto il 25 febbraio O’Brien comunicando la propria decisione: rinuncio al Conclave perché “non voglio che l’attenzione dei media a Roma si concentri su di me”.

Il Collegio Cardinalizio, riunito in Vaticano nei giorni precedenti il Conclave, aveva quindi accettato la rinuncia di O’Brien a prendervi parte, per “motivi personali”.

Tra l’altro il Porporato è considerato un Conservatore e Tradizionalista, e aveva manifestato posizioni molto rigide contro l’omosessualità, da lui definita “immorale”, e contro i matrimoni gay.

Al suo posto va ora un Prelato proveniente dalle file della Segreteria di Stato e dal Servizio Diplomatico Vaticano.

Mons. Cushley, nato a Wester Moffat, nel Lanarkshire, il 18 giugno 1961, ha lavorato nei primi anni ‘90 nella Sezione inglese della Segreteria di Stato, per essere ammesso poi nel 1994 nella Pontificia Accademia Ecclesiastica, la scuola che forma gli Ambasciatori del Papa.

Il primo luglio 1997 è entrato nel Servizio Diplomatico della Santa Sede, servendo nelle Nunziature Apostoliche in Egitto, Burundi, Portogallo, New York, Nazioni Unite, e Sudafrica.

Come Consigliere di Nunziatura, era ora alla Sezione Affari Generali della Segreteria di Stato.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login