Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Papa dalle Clarisse Castel Gandolfo

Edizione del: 20 luglio 2013

Papa Francesco ha visitato a sorpresa, domenica scorsa, anche il Monastero delle  Suore Clarisse recatosi da loro prima del pranzo con i Gesuiti della Specola.

Questo il loro racconto, diffuso in queste ore: “Mentre è in pieno corso la visita di Papa Francesco a Castel Gandolfo, nella tarda mattinata del 14 luglio ci raggiunge improvvisamente una telefonata: una voce amica ci dice di tenerci pronte perché, probabilmente, prima di recarsi dalla Comunità dei Padri Gesuiti, come da programma, il Santo Padre passerà dal nostro Monastero per un saluto. La notizia desta in noi stupore, gioia e meraviglia”.

Le Suore hanno riferito che dopo i saluti “in cui non possiamo fare a meno di notare la sua cordialità e affabilità di modi”, Papa Francesco lungo il percorso del corridoio, si è trattenuto in preghiera silenziosa davanti alla lapide che “testimonia un punto nevralgico di storia, dolorosa e insieme luminosa, della nostra comunità, colpita duramente durante la Seconda Guerra Mondiale”, quando cioè, il 1 febbraio 1944, durante un bombardamento, morirono quindici Suore e tre nei giorni successivi.

“Dopo questo momento di raccoglimento – proseguono -, giunti davanti alla Sala Capitolare, Papa Francesco entra ma non va a sedersi; rimane lì in piedi, vicino la porta, aspettando e accompagnando con la mano ogni Sorella finché siano entrate tutte”, “a questo punto con un gesto simpatico e affettuoso, che lascia tutti sorpresi, anche noi…, chiude la porta, lasciando nel corridoio il suo seguito, dicendo di volersi fermare da solo con la comunità”.

In un “clima di confidenza e familiarità”, fanno quindi sapere le Clarisse, il Papa ricorda che “la Chiesa ha bisogno di Martiri, perché la prima evangelizzazione si fa in ginocchio” e chiede anche a loro di “pregare” per lui.

You must be logged in to post a comment Login