Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Papa Copto incontra italiani

Edizione del: 15 maggio 2013

Papa Tawadros II nel fine settimana scorso ha voluto incontrare uno a uno i fedeli Copti Ortodossi che  sono giunti a Roma per incontrarlo da Torino, Firenze e Bologna.

In diverse centinaia hanno preso parte alla Messa celebrata domenica mattina in Via Laurentina a Roma, dove Papa Tawadros II ha consacrato la chiesa dedicata alla Madonna.

Una visita, quella di Sua Santità, che è culminata lo scorso 9 maggio scorso nel primo incontro con Papa Francesco.

Una visita da considerarsi storica per i fedeli Copti che vivono in Italia.

Era infatti il maggio del 1973 quando il Predecessore di Tawadros, Papa Shenouda III, incontrò Paolo VI in Vaticano.

Quarant’anni fa, commenta il Vescovo della diocesi Copto-Ortodossa di San Giorgio a Roma, Barnaba El Soryany, la comunità in Italia aveva dimensioni molto ridotte.

“Negli anni ‘70, quando molti egiziani iniziano a emigrare verso l’Europa e gli Usa – ricorda Monsignor El Soryany – non esistevano chiese Copte”.

Nel corso dei decenni, però, con l’arrivo di un numero sempre maggiore di fedeli, il Patriarcato di Alessandria agevola l’istituzione di due diocesi per l’Italia e la fondazione di diverse parrocchie.

“Soltanto a Roma ci sono circa 5 mila persone che professano questo rito, fa notare il Vescovo, mentre in tutta la Penisola i fedeli sono oltre i 30 mila”, rimarca.

“Una comunità molto vivace e giovane”, ha commentato il Vescovo Brian Farrell, Segretario del Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani, che domenica ha assistito alla Messa tenutasi in Via Laurentina.

Nessun riferimento alla situazione politica in Egitto da parte del Patriarca di Alessandria.

“Stiamo bene”, ha detto rivolgendosi ai fedeli durante la sua omelia.

“Pregate per noi che siamo in Egitto, come noi preghiamo per voi che siete qua”.

Nella sua prima Visita Pastorale, sabato pomeriggio Papa Tawadros II ha incontrato i fedeli nella chiesa di San Giorgio, in via Tiburtina, mentre lunedì, prima di partire per Milano, ha celebrato una Messa nella chiesa della Trasfigurazione, nel quartiere di Monteverde.

Di seguito alcune convinzioni che esprimono i parroci delle Chiese Copte Egiziane in Italia:

“La visita storica del nostro Papa a Papa Francesco unirà ancora di più gli Ortodossi Copti ai Cattolici”.

“Meraviglioso questo incontro – commenta Padre Angelos Gaber Aiad, parroco nella diocesi di Firenze della chiesa di Mina a Scandicci – Vedo molti tratti in comune fra Tawadros e Francesco: entrambi stanno portando molto entusiasmo fra i fedeli e la sincera volontà di migliorare ancora di più i rapporti fra le nostre due comunità Cristiane”.

“L’Udienza in Vaticano rinnova le relazioni fra le due Chiese, la Cattolica e l’Orientale e rafforza l’amicizia fra gli italiani e gli immigrati egiziani”, conferma Padre Marco Hakim, parroco nella diocesi di Roma chiesa San Giorgio a Roma, che ha una particolarità: la Sede è presso una grande sala all’interno della chiesa Cattolica di Ognissanti all’Appio Latino.

“Più uniti di così… Speriamo di essere un esempio positivo per l’unità di tutti i Cristiani nel mondo”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login