Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Papa al Centro Televisivo Vaticano

Edizione del: 20 ottobre 2013

“Il vostro lavoro è un servizio al Vangelo e alla Chiesa” scrive il Santo Padre nel Messaggio indirizzato al Monsignor Dario Edoardo Viganò, Direttore del Centro Televisivo Vaticano, CTV, in occasione del Convegno che ne ricorda il 30mo anno di fondazione.

Tale anniversario si colloca sullo sfondo di un’altra importante ricorrenza: i 50 anni dall’approvazione del Decreto Conciliare “Inter Mirifica”, “che annovera tra i meravigliosi doni di Dio gli strumenti della comunicazione sociale, compreso, appunto, il mezzo televisivo”.

“In questi decenni – scrive Papa Francesco – la tecnologia ha viaggiato a grande velocità, creando inaspettate reti interconnesse. È necessario mantenere la prospettiva evangelica in questa specie di ‘autostrada globale della comunicazione’, per cui nel presentare gli eventi la vostra ottica non può essere mai ‘mondana’, ma Ecclesiale”.

Al riguardo il Papa ricorda le parole pronunciate all’indomani della sua elezione a Vescovo di Roma, nell’incontrare i Rappresentanti dei mezzi di comunicazione sociale presenti a Roma in occasione del Conclave: “il ruolo dei mass-media è andato sempre crescendo in questi ultimi tempi, tanto che esso è diventato indispensabile per narrare al mondo gli eventi della storia contemporanea. Tutto questo si riflette anche nella vita della Chiesa. Ma se non è cosa semplice raccontare gli eventi della storia, ancora più complesso è raccontare gli avvenimenti legati alla Chiesa. Ciò richiede una responsabilità particolare, una forte capacità di leggere la realtà in chiave spirituale. Infatti, gli eventi della Chiesa hanno una caratteristica di fondo particolare: rispondono a una logica che non è principalmente quella delle categorie, per così dire, mondane, e proprio per questo non è facile interpretarli e comunicarli ad un pubblico vasto e variegato”.

Infine il Papa sottolinea che il Centro Televisivo Vaticano non svolge “una funzione puramente documentale, ‘neutrale’ degli eventi”, ma contribuisce “ad avvicinare la Chiesa al mondo, azzerando le distanze, facendo arrivare la parola del Papa a milioni di Cattolici, anche là dove spesso professare la propria fede è una scelta coraggiosa. Grazie alle immagini, il CTV è in cammino con il Papa per portare Cristo nelle tante forme di solitudine dell’uomo contemporaneo, raggiungendo anche le ‘sofisticate periferie tecnologiche’. In questa vostra missione, è importante ricordare che la Chiesa è presente nel mondo della comunicazione, in tutte le sue variegate espressioni, soprattutto per condurre le persone all’incontro con il Signore Gesù”.

Papa Francesco conclude il suo Messaggio chiedendo alla Madonna di “vegliare sui nostri passi di Pellegrini della comunicazione” ed invocando l’intercessione di Santa Chiara, Patrona della televisione.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login