Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Papa a Firenze: Cardinale Betori fornisce tutte le indicazioni utili

Edizione del: 9 ottobre 2015

Il Cardinale Giuseppe Betori, Arcivescovo di Firenze, ha fornito tutte le indicazioni utili per poter godere al meglio la visita di Papa Francesco, il prossimo 10 novembre, ma anche il Convegno Ecclesiale promosso dalla CEI e che si terrà dal 9 al 13 novembre.

“A Papa Francesco e ai delegati che parteciperanno al Convegno ecclesiale nazionale cercheremo di mostrare il senso della nostra città: tutti ci vedono come una cartolina ma noi sappiamo che dietro i monumenti di Firenze c’è una storia, una identità”, ha detto il Porporato.

Tra le novità annunciate anche il fatto che sia in Cattedrale che allo Stadio sono state invitate le autorità civili, militari e anche religiose della città, compreso il Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Firenze, il Presidente della Comunità Islamica e i capi delle varie confessioni cristiane presenti a Firenze.

Secondo Betori non è da escludere neppure la presenza, visti i suoi legami con Firenze, del Presidente del Consiglio Matteo Renzi tra le autorità che insieme al Sindaco Dario Nardella, al Presidente della Regione Enrico Rossi e al Prefetto Alessio Giuffrida accoglieranno il Papa al suo arrivo in città.

Betori ha svelato il percorso principale che farà il Pontefice per recarsi da piazza San Giovanni allo Stadio: via Calzaiuoli, piazza Signoria, Santa Croce. Un percorso lungo il quale i fiorentini e i turisti, potranno salutare il Papa.

In Piazza Signoria e Santa Croce saranno allestiti due maxi schermi, per consentire a tutti di poterlo vedere e per dare modo poi di seguire  non solo la celebrazione allo stadio Artemio Franchi, ma tutte le cerimonie dal mattino a Prato fino alla ripartenza dell’elicottero per il Vaticano.

Oltre allo Stadio Artemio Franchi, dove il Papa celebrerà la Messa alle 15,30 davanti a circa 50 mila persone, sarà aperto al pubblico anche il vicino stadio di atletica Luigi Ridolfi, dove altre 6 mila persone potranno seguire la giornata del Papa e la Messa sul maxi schermo e alle 17 assistere al decollo dell’elicottero che riporterà il Papa in Vaticano.

Papa Francesco, ha ricordato il Cardinale Betori, viene a Firenze non in visita pastorale, ma per il Convegno Ecclesiale Nazionale.

Oltre a tenere il discorso ai delegati in Cattedrale, Francesco vuole  fare tre gesti per la città: la preghiera nella Basilica della Santissima Annunziata, il pranzo con i poveri alla mensa della Caritas e la Celebrazione Eucaristica allo stadio.

I fiorentini che non andranno alla Messa allo Stadio potranno quindi salutarlo, mentre passa con la papa mobile, la mattina in Piazza Duomo, a mezzogiorni in Piazza Santissima Annunziata nel pomeriggio in Piazza Signoria e Piazza Santa Croce.

Il programma fiorentino, al momento, salvo aggiustamenti dei prossimi giorni prevede che il Papa atterrerà alle 9,15 allo Stadio Ridolfi.

Arriverà in centro passando per Viale dei Mille, Ponte al Pino, Via Cavour, Piazza San Giovanni.

Alle 9,45 entrerà in Battistero e da qui in Cattedrale dove terrà il suo discorso ai convegnisti. In Duomo è prevista la presenza di circa 900 fedeli fiorentini: i biglietti saranno distribuiti tramite le parrocchie e le associazioni ecclesiali.

Alle 11.30 Il Papa lascerà la Cattedrale e dopo aver fatto un giro della piazza a bordo della papa mobile raggiungerà attraversando via dei Servi la Basilica della Santissima Annunziata dove alle 12 si fermerà davanti all’immagine della Madonna per l’Angelus con trenta malati.

Da qui, a piedi, Papa Francesco arriverà alla mensa della Caritas di San Francesco Poverino, di fronte alla Basilica, dove consumerà il pranzo con i poveri che quotidianamente frequentano la mensa: a prestare servizio saranno i volontari di turno quel giorno.

Dopo pranzo il Papa farà, intorno alle 14, una breve sosta di riposo in arcivescovado per poi raggiungere lo Stadio per la Messa.

Per accedere allo Stadio è necessario avere un biglietto nominale assolutamente gratuito.

I biglietti saranno distribuiti tramite le parrocchie della diocesi, attraverso movimenti e associazioni ecclesiali e tramite le scuole cattoliche.

Ad ogni parrocchia è stato indicato il numero di biglietti a disposizione, proporzionale al numero di abitanti.

Per raggiungere altre persone non legate alle parrocchie o ad altre realtà cattoliche è stata attivata l’email stadio2015@diocesifirenze.it dove inviare la propria richiesta, fino ad esaurimento posti, per due posti indicando obbligatoriamente nome e cognome e data di nascita delle due persone.

Gli ammalati e le persone disabili potranno partecipare alla celebrazione assistiti dai responsabili della Misericordia e dell’Unitalsi.

Anche allo Stadio di atletica Ridolfi le persone, circa 6mila, potranno accedere esclusivamente con un biglietto sempre assolutamente gratuito.

Tutte le informazioni sono comunque disponibili sul sito www.diocesifirenze.it

 Saranno le Misericordie e l’Unitalsi a organizzare e coordinare il trasporto di malati e disabili allo Stadio comunale per la Messa di Papa Francesco, martedì 10 novembre.

Per chi vuole prendere contatti (sia singole persone che altre associazioni) i recapiti di riferimento sono questi: per le Misericordie, la segreteria della Misericordia di Firenze, tel. 055.2393909; per l’Unitalsi, la segreteria regionale, tel. 335.369934. Sono state creati anche due indirizzi email: papafrancesco@misericordia.firenze.it e papafrancesco@unitalsitoscana.it

Riprese video di Franco Mariani in collaborazione con La Terrazza di Michelangelo.


Autore: 

Franco Mariani, direttore di News Cattoliche, classe 1964, giornalista, ha cominciato ad occuparsi di giornalismo nel 1978, a 14 anni, l’anno dei tre Papi, scrivendo per alcuni settimanali cattolici, passando poi a quotidiani, televisioni, radio e web. E’ giornalista Vaticanista, critico cinematografico ed esperto dell’Alluvione di Firenze del 1966 e dello Zecchino d’Oro. Ha frequentato la Facoltà Teologica dell’Italia Centrale di Firenze. In seno al Sindacato unitario dei giornalisti ha ricoperto vari incarichi regionali e nazionali. E’ direttore di varie testate e ha pubblicato diversi libri sulla storia del papato e di Firenze. E’ Cavaliere di Merito dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio.

You must be logged in to post a comment Login