Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Orto chiesa per famiglie in difficoltà

Edizione del: 11 gennaio 2014

Un orto parrocchiale a Rivoli per dare una mano alle necessità delle famiglie con problemi economici è l’iniziativa del gruppo Caritas della comunità di San Bartolomeo Apostolo che ha dissodato ed adibito ad orto un terreno di circa 1.000 metri quadri annesso alla chiesa.

Gli ortaggi coltivati e raccolti da 2 anni vengono distribuiti alle famiglie in difficoltà, circa 50, seguite dai volontari.

“Il nostro obiettivo – spiega il Parroco don Angiolino Cobelli, a cui con altri 3 Confratelli sono affidate le cure pastorali delle parrocchie del centro città – non è solo quello di produrre verdure. Con quest’idea si vuole coinvolgere chi ha bisogno di aiuto, facendolo sentire utile attraverso il lavoro pratico, in modo che non si senta assistito, ma partecipe in qualche misura del proprio sostentamento. Inoltre l’orto è un mezzo anche per impegnare qualche adulto rimasto senza lavoro in modo proficuo e a servizio degli altri. Sono molte le persone che in vari modi appoggiano questa attività: una signora ad esempio ogni mese devolve alla parrocchia una cifra per coprire qualche ora di lavoro nell’orto e, recentemente, un imprenditore della zona offre 1000 euro al mese per pagare lo stipendio di un parrocchiano che era disoccupato. Questa persona lavora nell’orto, nella manutenzione della parrocchia e, in collaborazione con il Comitato di quartiere, cura anche i giardini della zona”.

Anche don Cobelli si trasforma ogni tanto in contadino e con  vanga e zappa coltiva l’orto parrocchiale.

Quando sono state raccolte le prime patate, acquistate da una parrocchiana, con il ricavato la Caritas ha acquistato ben 40 litri di latte.

I prodotti dell’orto vanno ad integrare le 2 distribuzioni mensili di pacchi viveri  forniti dal Banco Alimentare assieme a quella settimanale di pane, messo a disposizione gratuitamente da un vicino ipermercato.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login