Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Nostra intervista al fratello del neo Cardinale Baldisseri

Edizione del: 13 gennaio 2014

Don Silvio Baldisseri, fratello del neo Cardinale della diocesi di Pisa, l’Arcivescovo Lorenzo Baldisseri, è nato a Camporgiano (Lucca) nel 1934, è stato ordinato sacerdote nel Duomo di Barga (Lucca) il 22 settembre 1956. Da prete ha prestato servizio al Pensionato Toniolo, a Santa Cristina, a Bientina, Coltano (Pisa). Dal 1958 al 1959 don Silvio è stato Vicario parrocchiale a Santo Stefano extra moenia e dal 1959 al 1961 è stato Cappellano al Duomo di Barga e parroco a Renaio (Lucca). Ha prestato servizio fino al 1972 a Loppia (Lucca) e poi fino al 1994 a Sant’Ermete di Pisa. Dal 1994 è parroco di Fornaci di Barga. Attualmente è Cappellano all’Ospedale San Francesco di Barga.

News Cattoliche l’ha intervistato subito dopo l’ufficializzazione del nome da parte di Papa Francesco.

Don Silvio che sentimenti ha provato oggi nel sentire dalla viva voce del Papa che ha creato suo fratello Lorenzo, Cardinale?

arcivescovo baldisseri papa francesco“Diciamo che è un’arma mezza spuntata, in quanto sin da quando Papa Francesco si è affacciato dopo l’elezione, abbiamo saputo che mio fratello, che in qualità di Segretario del Conclave era accanto al nuovo Pontefice, era stato ‘fatto’ Cardinale, in quanto portava, mio fratello, non lo zucchetto violaceo ma uno rosso porpora, ovvero quello da Cardinale di Bergoglio  che ha così voluto rinnovare una tradizione molto vecchia che non era più stata messa  in pratica. Si trattava di aspettare la data ufficiale del Concistoro, in quanto ormai tutti  sapevano, più o meno, tutti che lui sarebbe stato Cardinale di sicuro. Quindi per lui, come per noi, oggi non è stata una sorpresa, perché chi ha seguito i giornali ai tempi del Conclave sapeva che  la ‘notizia’ c’era già da tempo”.

Quindi non è stata una notizia inaspettata?

“No, era già ormai scritta, in un certo senso,  c’era solo da aspettare il momento giusto per ufficializzarla, come è successo oggi. Anche perché era ormai da ottobre che sapevamo che il 22 febbraio 2014 si sarebbe tenuto un Concistoro per la nomina dei nuovi Cardinali”.

Per la diocesi di Pisa, anche se lui ormai è tanto tempo lontano essendo da sempre nel servizio diplomatico del Vaticano, oggi è sicuramente un grande giorno?

“Me lo auguro, anche perché non è che tutti i giorni ci sia un Cardinale, è già una notizia grande per conto suo. Se poi pensiamo che sono secoli che manca un Cardinale Pisano, sicuramente è un grande giorno non solo per la diocesi ma per tutta la Provincia”.

Prevede una visita a breve a Pisa di suo fratello da Cardinale?

Cardinale Baldisseri 4“A breve no, ma tra qualche mese sicuramente. E’ venuto a Pisa questa estate per i festeggiamenti per San Ranieri e per festeggiare con la sua diocesi di origine il suo 50mo di sacerdozio in Duomo. Il nostro Arcivescovo Benotto lo ha invitato a presiedere il Solenne Pontificale in Cattedrale. Quindi non c’è furia di venire, anche perché dopo il Conclave, lo scorso settembre il Papa lo ha nominato Segretario Generale del Sinodo dei Vescovo, un nuovo incarico che comporta  impegni nuovi in vista soprattutto del Sinodo Straordinario del prossimo Ottobre sulla Famiglia. Anche per le vacanze ha sempre poco tempo. Tuttavia sicuramente prima o poi verrà a Pisa per essere festeggiato dalla sua diocesi. Difficile in questo momento dire se prima dell’estate o se dopo il Sinodo”.

Nicola Nuti


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login