Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Nepal: bruciata chiesa Protestanti

Edizione del: 2 gennaio 2014

Un gruppo composto da circa 9 persone, tutte ancora ignote alle Autorità, ha dato fuoco lo scorso 23 dicembre alla chiesa Protestante del villaggio di Kichet, nel Distretto di Dhading, a pochi chilometri dalla capitale nepalese.

Subito dopo, sono state bruciate anche le case di 4 residenti del luogo che si sono convertiti al Cristianesimo.

Rima Tamang, Cristiana della zona, racconta: “Siamo rimasti molto sorpresi nel vedere la nostra chiesa distrutta. Poi abbiamo capito cosa era successo: alcuni residenti ci hanno detto di aver cercato di fermare gli aggressori, ma sono stati picchiati. Il governo ora deve fermare i responsabili e punirli”.

Le case bruciate erano di persone tutte convertiti al Cristianesimo.

Alcuni dei residenti ritengono che dietro l’attacco ci siano dei Fondamentalisti Indù, che hanno voluto mandare un avvertimento a coloro che pensano di convertirsi.

C.B. Gahatraj, Pastore Protestante, chiede al Governo di intervenire: “Le Autorità sono riluttanti a rispondere alle nostre richieste e cercano di ignorare i casi in cui le vittime sono Cristiane. Ma cose come queste non dovrebbero avvenire in una nazione secolare”.

Madhav Poudel, Portavoce del Governo nepalese e Ministro dell’Informazione, minimizza: “Le indagini sono in corso e presto renderemo noti i risultati. Ma non crediamo che dietro al rogo ci sia un gruppo organizzato. Non abbiamo dato tutte le informazioni subito, perché ciò avrebbe complicato le indagini: stiamo cercando di capire se i criminali sono o erano in contatto con altri gruppi organizzati”.

Dopo la caduta della Monarchia Indù nel 2006, per rilanciare il turismo il Governo ha deciso nel 2011 di rendere il Natale festa nazionale.

Ciò ha permesso ai Cristiani di esporre immagini e addobbi Sacri nei negozi e fuori dalle chiese e dalle abitazioni.

Nel Paese i Cattolici sono oltre 10mila, 4mila in più rispetto ai 6mila del 2006, anno della proclamazione dello Stato laico.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login