Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Nel 2013 uccisi 14 sacerdoti

Edizione del: 20 agosto 2013

Dall’inizio del 2013 sono stati uccisi 14 sacerdoti nel mondo, l’ultimo mercoledì in Italia a Marano, don Giuseppe Perellini, piccola frazione del Comune di Isera, in provincia di Trento.

L’America, è in testa alla classifica con 10 preti uccisi di cui 4 in Colombia: José Francisco Velez Echeverri  16 gennaio; Luis Alfredo Suarez Salazar 2 febbraio; José Ancizar Mejia Palomino 4 febbraio; José Valle Bayona  7 maggio.

Seguono: il  Messico con 2, José Flores Preciado  5 febbraio e Ignacio Cortez Alvarez  22 luglio;   uno ciascuno il Venezuela con José Ramon Mendoza  17 febbraio,  Canada con Louis Bourgeois 14 febbraio, Haiti con Richard E. Joyal 25 aprile, Brasile con Elvis Marcelino de Lima 13 luglio.

L’Asia è il secondo Continente che registra quest’anno il maggior numero di sacerdoti morti, anche se con numeri molto inferiori rispetto all’America.

Sono due i sacerdoti uccisi: uno in India, K. J. Thomas 1 aprile, e l’altro in Siria, Francois Murad 23 giugno.

Chiude la “nera” classifica l’Africa, con un sacerdote ucciso in Tanzania, Evarist Mushi  17 febbraio.

You must be logged in to post a comment Login