Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Messico: social network realtà nella Chiesa

Edizione del: 3 febbraio 2014

Oltre 200 tra sacerdoti, Seminaristi, Religiosi e laici, riuniti presso il Seminario Palafoxiano in Messico, hanno dato vita al V Sinodo diocesano dell’Arcidiocesi di Puebla, appena concluso, che ha studiato come utilizzare le reti sociali, i media digitali e Internet per diffondere i valori della Chiesa Cattolica.

“Alla luce della parola di Dio e dell’insegnamento del Magistero, dobbiamo vedere come possiamo svolgere meglio il servizio al popolo di Dio nell’opera di evangelizzazione” ha affermato il Vescovo Ausiliare di Puebla, Sua Ecc. Mons. Eugenio Andrés Lira Rugarcía.

Il Vescovo, attuale Segretario Generale della Conferenza Episcopale Messicana, ha inoltre evidenziato che la Chiesa dovrebbe lavorare perché, attraverso i media, si riesca a vedere il volto di Cristo, come ha detto Papa Benedetto XVI, e a proclamare ciò che è autenticamente umano, i valori e una sana convivenza sociale.

“E’ molto importante sapere che la Chiesa stessa usa i media, internet, i social networking. In questo il Messico non sta indietro, e neanche Puebla – ha detto il Vescovo -. Abbiamo la pagina web dell’Arcidiocesi di Puebla in internet, siamo anche in tv attraverso YouTube, abbiamo le reti sociali. Come ci dice Papa Francesco, i media sono doni di Dio, sono opportunità per avvicinarsi e di incontrarsi: è una realtà che la Chiesa sta usando, ma dobbiamo fare di meglio. Un esempio è dato dalla possibilità di seguire in modo sempre più veloce i fatti del mondo e le attività del Santo Padre”.


Autore: 

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti e al Sindacato Nazionale Critici Cinematografici, prima di approdare a questa redazione (settembre 2013) ha collaborato con altre testate giornalistiche nazionali e toscane, occupandosi oltre che di cinema anche di spettacolo e cronaca.

You must be logged in to post a comment Login